Sant’Arpino

Pd: “Attacchi a Del Prete gravemente diffamatori”

Gruppo consiliare del Partito Democratico SANT’ARPINO. Il Gruppo consiliare del Partito Democratico esprime solidarietà a al capogruppo Elpidio Del Prete, oggetto di attacchi da parte della maggioranza guidata dal sindaco Eugenio Di Santo.

Elpidio Arena, Antonio Capasso, Adele D’Angelo, Giovanni D’Errico, Andrea Guida, Elpidio Maisto e Giuseppe Savoia affermano: “Di fronte all’inaudito attacco personale, gravemente diffamatorio, nei confronti del capogruppo Elpidio Del Prete, riconfermano la piena, incondizionata fiducia e solidarietà nel suo operato e dichiarano, ai soliti mestatori ed avvelenatori di pozzi, l’assoluta condivisione di quanto espresso nel comunicato, del Pd dal titolo ‘Ecco il vero volto del cambiamento: nepotismo e clientele!’, che rappresenta il giudizio politico sulla fallimentare gestione dell’amministrazione “Brancaleone” in questi primi dieci mesi”.

“Altro che ‘documento diffamatorio’. – continuano i democratici, rivolgendosi direttamente alla maggioranza – In quel documento, la sezione del Pd, con il pieno ed incondizionato sostegno del gruppo, vi inchioda alle vostre responsabilità politiche, alle vostre promesse non mantenute, al mancato cambiamento e al vostro cabotaggio di potere, esercitato con la sublimazione del clientelismo. Vorremmo ricordare a questi “nomadi” della politica che il confronto, anche aspro e duro, non può prostituirsi in questa vergognosa lunga campagna denigratoria, iniziata un anno e mezzo fa e che ancora oggi continua. Ed è ancora più grave il loro goffo tentativo di insinuare una qualche differenza di linea politica tra la direzione del Partito ed il Gruppo, che è anche offensivo per le loro intelligenze, ammesso che ce le abbiano. Come è altrettanto grave inventarsi un nostro atteggiamento di contrapposizione frontale, mentre sanno bene, e gli atti consiliari lo dimostrano incontrovertibilmente, che la nostra è un’opposizione documentata, precisa e costruttiva. E tutto ciò a loro dà fastidio e da qui l’esigenza di tenere alta una polemica speciosa e intrisa di risentimenti e cattiverie.

Rispondete, invece, alle precise accuse. smettendola una volta e per tutte con le menzogne sulle segretarie (quante?), sui portavoci (quanti?), sugli sprechi inventati, sugli amministratori a costo zero, sulla gestione della Multiservizi, sulla gestione del personale, sulle consulenze e sugli incarichi e anche sui falsi risparmi. Le accuse rivolte al capogruppo Del Prete sono ingiuste e vergognose e il rammarico diventa ancora più forte nel dover constatare che nessuno del gruppo di ‘Alleanza Democratica’ ha avuto la responsabilità e il buon senso di prendere le distanze da un attacco personale e proditorio, che non ha nulla di politico.

Del Prete, come loro sanno e, quindi, mentono sapendo di mentire e con la precisa intenzione di diffamare, non era da tempo né vicesindaco, né assessore al ramo, e il figlio, 22 anni, licenza liceale e neo laureando in Ingegneria civile, ha deciso di inoltrare l’istanza di partecipazione al concorso in data 28 aprile 2008, ad urne abbondantemente chiuse e con il sindaco Di Santo già in carica.

Ecco, cari concittadini, una chiara dimostrazione di chi dice menzogne e infanga e chi, invece, esercita il diritto-dovere di una critica politica, anche forte ma sempre mantenendo il rispetto civile per le persone. Vorremmo, infine, sommessamente ricordare ai componenti del gruppo di ‘Alleanza Democratica’, ad alcuni in particolare, che per un periodo non breve hanno lavorato gomito a gomito con Del Prete, se possono smentire che il predetto, nel corso del suo impegno politico-amministrativo, non abbia portato avanti positive iniziative nell’interesse comune: in materia di personale infatti, nel corso di questi anni, in collaborazione con altri assessori, aveva già da tempo pensato al potenziamento dell’organico della Polizia Municipale con l’utilizzo di sei Lsu nelle vesti di Ausiliari del Traffico, dopo averli professionalizzati mediante un apposito corso a carico della Regione, propedeutico per conferire il decreto di A.T; come pure ha provveduto, di concerto con altri assessori, alla realizzazione di tutti progetti Lsu, fin dalla loro istituzione, adoperandosi per l’integrazione salariale dei lavoratori utilizzati a tempo pieno, con più di 130mila euro di risorse annue disponibili ed ancora ad avviare tutte le procedure che ne hanno consentito la stabilizzazione di alcune unità. Della quale tanto vi vantate e sulla cui modalità di gestione da parte vostra sarà interessante fare un approfondimento.

Da assessore, insieme al Sindaco, si è occupato dell’istituzione e dell’avviamento della Multiservizi, creando di fatto tutte le opportunità lavorative che sta offrendo e sulla cui gestione siamo ancora in attesa di ricevere tutti gli atti richiesti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico