Sant’Arpino

I cittadini: “Basta con liti e volantini, vogliamo serenità”

volantinaggioSANT’ARPINO. “Basta, siamo stanchi di volantinaggi, liti e ‘appicciche’ varie”. Da qualche giorno riceviamo in redazione diverse telefonate di cittadini, soprattutto donne, mamme, casalinghe, …

… che si lamentano dell’ormai “tradizionale” appuntamento domenicale con la distribuzione, all’uscita della santa messa, di volantini politici a firma di maggioranza e opposizione.

“Ogni benedetta domenica, quando usciamo dalla chiesa, le ‘squadre’ inviate da ogni parte politica ci assalgono letteralmente per consegnarci volantini. E’ ridicolo e, soprattutto, irrispettoso nei confronti di cittadini che vogliono trascorrere una mattinata in serenità e che, invece, sono costretti a districarsi fra i ‘messaggeri’ di maggioranza e opposizione, ormai diventati più fastidiosi di un insistente vu cumprà, con tutto il rispetto per questa categoria, la cui stessa insistenza almeno è giustificata dal fatto che è un lavoro”.

E qui le signore incalzano: “Ma davvero credono questi signori che a noi interessano le loro beghe politiche? Lo sanno che la campagna elettorale è finita da un pezzo? Lo sanno che alla gente, soprattutto in questo momento di crisi, interessano i fatti e non le chiacchiere? Basta, ogni giorno leggiamo attacchi, repliche, controrepliche, contro-controrepliche, si fa a gara ad avere l’ultima parola. Ma, in tutto questo, ai cittadini e alle problematiche del nostro paese chi ci pensa?”.

Insomma, questo clima da “perenne campagna elettorale” ha stancato la maggior parte dei santarpinesi. Di questi, alcuni tra i più giovani, quindi più “internettiani”, lamentano anche la “guerra di commenti” presente nel forum a corredo degli articoli di Pupia.

“Capisco che voi della redazione siate in qualche modo costretti a pubblicare tutte le notizie che vi inviano le diverse parti politiche. – ci dice un ragazzo al telefono – A questa situazione già di per sé fastidiosa, però si aggiunge quella dei commentatori, molti dei quali si dedicano, dalla mattina alla sera, h24, a scannarsi e offendersi tra loro per difendere ognuno i propri amici politici. Comprendo la libertà di pensiero e di espressione, comprendo la ragioni che le diverse parti possono e vogliono avere, ma queste persone potrebbero anche ‘rilassarsi’, capire che al mondo esistono problemi ben più gravi e farsi una ragione del fatto che la campagna elettorale è finita, altrimenti si dà un’immagine negativa della nostra comunità e, di conseguenza, aumenta la sfiducia da parte dei cittadini”.

Un messaggio che sarà raccolto da politici e addetti ai lavori?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico