San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Medaglia d’Oro a Domenico Amato, soddisfazione di Pascariello

Angelo Pascariello SAN NICOLA LA STRADA. “La concessione della Medaglia d’Oro al Merito Civile “alla memoria”, riconosciuta all’appuntato Domenico Amato, nativo della Città di San Nicola la Strada …

– ha dichiarato il sindaco Angelo Pascariello – mi riempie di orgoglio e, nel contempo, di gioia. Una concessione, quella decretata dal Presidente della Repubblica Italiana, che dà onore e lustro all’intera comunità sannicolese, accogliendola nei modi dovuti. L’occasione mi è grata per ringraziare anche il Tenente Gerardo Severino, Direttore del Museo Storico della Guardia di Finanza, il quale ha il merito di aver presentato un’articolata proposta per la concessione della Medaglia d’Oro “alla memoria” del concittadino Domenico Amato. Sarà cura dell’Amministrazione Comunale” – ha concluso il primo cittadino – “celebrare nei migliori dei modi questa onorificenza, intitolando a Domenico Amato, a futura memoria, durante una cerimonia pubblica, una struttura o una strada della Città di San Nicola la Strada”. E’ veramente motivo d’orgoglio per la città aver avuto fra i suoi concittadini Domenico Amato che ha “donato la propria vita” per aiutare numerosi ebrei a rifugiarsi in Svizzera e scampare così allo sterminio di massa operato dai nazifascisti. Ecco il testo della motivazione con la quale è stata concessa alla memoria dell’Appuntato della Guardia di Finanza Domenico Amato la Medaglia d’Oro al Merito Civile: Nel corso dell’ultimo conflitto mondiale si prodigava, con eccezionale coraggio ed encomiabile abnegazione, in favore dei profughi ebrei e dei perseguitati politici, aiutandoli ad espatriare clandestinamente e ad inoltrare la corrispondenza e i valori che le organizzazioni ebraiche indirizzavano ai rifugiati nella vicina Svizzera. Arrestato dalle autorità tedesche veniva infine trasferito in Austria, perdendo la vita in un campo di concentramento. Mirabile esempio di altissima dignità morale, di generoso spirito di sacrificio ed umana solidarietà. 1943/1945 – Mathausen – Gusen (Austria)”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico