Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

La “Morte di Carnevale” allo Spazio Corrosivo di Marcianise

BalloMARCIANISE. Dopo il successo riscosso l’anno scorso, Spazio Corrosivo presenta FireART2, la seconda edizione dell’evento che celebra la “morte di Carnevale” in chiave artistica e folkloristica.

Il progetto prevede un percorso piu’ articolato e definito che ruota intorno al concetto del Carnevale, concetto inteso come una manifestazione storico-culturale da rispolverare per raccontare in maniera singolare il significato che si nasconde dietro quella che per molti è solo una banale festa in maschera.
Con una massiccia dose di ironica rappresentazione collettiva, si comincia a celebrare la rituale veglia del defunto Carnevale, un bamboccio disteso sul suo letto e installato al centro di una scena artistico-teatrale, circondato da decine di donne in lutto che con pianti e lamenti laceranti manifestano il dolore per l’abbandono del caro defunto.
Durante la serata si alterneranno momenti di canti, processioni, suoni di antichi bottari e danze delle tipiche tammorriate campane. Il tutto si svolgerà intorno a lunghe fiaccolate ardenti che delineano un percorso di racconto della storia del Carnevale.
Parteciperanno alla serata numerosi artisti: il gruppo di musica popolare di Marcianise “Antico Presente” e la Paranza Giuglianese di Peppino Di Febbraio con le tipiche tammurriate locali (quella marcianisana, quella dell’agro nocerino-sarnese e la giuglianese) e il gruppo di Bottari di Macerata Campania.
Ci sarà inoltre un’ originale performance d’arte a cura di: Massimiliano Mirabella, Mimmo Di Dio, Rosaria Nunziata, Stefano Piancastelli, Piero Chiariello, Giacomo Montanaro, Gianni D’argenzio, Agnieszka Kiersten, Michele Auletta.
Gli ospiti saranno accolti da una magica atmosfera coinvolgente e potranno scatenarsi a danzare intorno al fuoco al ritmo di tammorre e suoni di bottari, gustando numerose specialità culinarie e sfoggiando la loro maschera preferita.
Ingresso gratuito con tesseramento 2009.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico