Italia

Corruzione, arrestato l’ex procuratore capo di Pinerolo

Giuseppe Marabotto (foto Ansa)TORINO. Con l’accusa di corruzione e di associazione a delinquere è stato arrestato l’ex capo della Procura di Pinerolo Giuseppe Marabotto.

Le indagini hanno smascherato un giro di consulenze che Marabotto affidava a un gruppo di professionisti incassando il 30% dei pagamenti effettuati con un ritorno effettivo di circa 3 milioni di euro. Oltre a quello per l’ex capo della Procura, sono stati emessi anche altri tre mandati di cattura che riguardano un medico, Dario Vizzotto, e due commercialisti, Ruggero Ragazzoni e Mario Emanuele Florio. Già qualche mese fa la notizia che la Guardia di Finanza stava svolgendo accertamenti sulle aziende del pinerolese, condotti “a modello 45”, cioè senza notizia di reato, ma l’allora procuratore spiegò che il suo modo di procedere poteva permettere all’Erario di recuperare cospicue somme di denaro. Marabotto fu coinvolto anche nelle indagini su Calciopoli, condotte dalla Procura di Napoli per un’intercettazione telefonica in cui chiedeva a Luciano Moggi di far in modo che andasse a buon fine un’ispezione negli uffici di Pinerolo. Il caso è stato poi archiviato dal plenum del Csm, ma nel frattempo Marabotto era stato trasferito alla Corte d’Appello di Genova, dove ha concluso la carriera nella magistratura.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico