Cesa

Verde: “Nonostante black-out, lezioni normali alla scuola materna”

Stefano VerdeCESA. Il Comune chiede la disattivazione di un contatore nel cimitero di Cesa e l’Enel stacca la luce in tutti gli edifici pubblici. Un disguido che ieri e oggi ha bloccato, per molte ore, l’attività del municipio, con gli uffici senza corrente, e ha creato gravi disagi alla scuola materna.

La cosa ha mandato su tutte le furie il sindaco Vincenzo De Angelis che ha immediatamente denunciato l’Enel per interruzione di pubblico servizio. Questa mattina, poi, dopo pressioni e solleciti da parte del primo cittadino, che ha seguito la vicenda fin dalle prime ore dell’alba, interessando la Prefettura di Caserta, la situazione verso le ore 12.00 è tornata alla normalità. L’Enel ha riattivato l’energia presso la scuola materna e gli edifici pubblici. Ricordiamo che la richiesta dell’amministrazione di disattivare uno dei contatori del cimitero risale a qualche giorno fa, ma ieri c’è stata la brutta sorpresa del black out totale.

“Nell’ambito di una politica di razionalizzazione della spesa e tagli agli sprechi – ha spiegato l’assessore al Bilancio e pubblica istruzione Stefano Verde (nella foto) – avevamo chiesto all’Enel di dismettere un contatore che si trova nel cimitero cittadino, che non utilizzavamo e per il quale pagavamo un inutile canone annuale. Alla fine per risparmiare il canone, a causa di un disguido da parte dell’Enel, ci siamo trovati con gli uffici comunali e con la scuola materna senza corrente. Fortunatamente siamo riusciti a limitare i disagi, in particolare alla scuola materna dove i bambini hanno svolto normalmente la lezione grazie alla collaborazione delle maestre, che hanno saputo adattarsi alla situazione, utilizzando tanta pazienza e comprensione ed evitando allarmismi. Ringrazio di cuore i docenti – ha concludo l’assessore – per l’alto senso di responsabilità dimostrata e il loro dirigente scolastico”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico