Cesa

Clan “Caterino-Ferriero”: confermati i nove arresti

carabinieri CESA. Il Gip di Napoli, Raffaele Picirillo, ha confermato l’arresto per le nove persone arrestate lo scorso 6 febbraio nell’ambito dell’operazione dei carabinieri del gruppo di Aversa che ha sgominato il clan “Caterino-Ferriero” di Cesa.

Restano in carcere, dunque, gli imprenditori cesani Domenico Ferriero, 62 anni, e Michele Ferriero, 31 anni, padre e figlio, ritenuti tra i reggenti del clan; Nicola Scarano, 62 anni, e Michele Scarano, anch’essi padre e figlio, originari di Cesa ma residenti da lungo tempo a Gricignano, imparentati con i Ferriero; Armando Casanova, 27 anni, di Trentola Ducenta; Vittorio Di Giorgio, 38 anni, di Napoli; Luca Bove, 27 anni, residente a Cesa e domiciliato a Gricignano, cognato di Michele Ferriero; e i fratelliSalvatore Pota, 26 anni,Nicola Pota, 29 anni, di Aversa, quest’ultimo già autore dell’omicidio del tabaccaio Giovanni Tonziello, avvenuto ad Aversa, in zona Savignano, nel 2001, e che al momento della cattura era armato di un fucile mitragliatore kalashnikov, pronto probabilmente per eseguire qualche spedizione punitiva.

Le accuse, a vario titolo, sono di tentati omicidi (quelli ai danni di Tammaro Scarano e Vincenzo Esposito, compiuti rispettivamente il 7 agosto e il 20 settembre 2008) e attentato dinamitardo (quello alla concessionaria “Tony Car” nell’agosto 2008).

L’operazione, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Napoli, è stata eseguita dai carabinieri del gruppo di Aversa, agli ordini del tenente colonnello Francesco Marra, dai nuclei radiomobile ed operativo, coordinati dal tenente Domenico Forte e dal tenente Giuseppe Fedele, coadiuvati da personale dei comandi provinciali di Caserta e Napoli e del X° Battaglione Campania.

Articoli correlati

Camorra, sgominato il clan “Caterino-Ferriero” di Cesa di Antonio Taglialatela del 6/02/2009

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico