Castel Volturno - Cancello ed Arnone

Equitalia, incontro tra Pdl e contribuenti

 CASTELVOLTURNO. Si è appena tenuto, nella sede del Popolo della Libertà, l’incontro tra partito e cittadini con la partecipazione del presidente dell’Associazione Consumatori Utenti di Capua, avvocato Vincenzo Corcione.

Quest’ultimo, nel ribadire l’illegittimità del tributo richiesto dal Consorzio ha fissato per giovedì 26 l’appuntamento con i cittadini per ricorrere contro i fermi amministrativi richiesti da Equitalia Polis Spa. L’architetto Daniele Papararo, sollecitato dalla cittadinanza, annuncia che martedì 24 effettuerà un presidio in piazza Annunziata per sollecitare l’amministrazione comunale ad intervenire sulla problematica come da indicazioni del Consorzio di Bonifica. “La legge è uguale per tutti? La legge è uguale anche per Equitalia?”, si chiede Papararo, che aggiunge: “L’Equitalia sta recapitando a numerosissimi contribuenti, a mezzo di raccomandata con ricevuta di ritorno, ‘Lettere di preavviso di iscrizione del fermo amministrativo’, e precisamente l’avvio della procedura di fermo sui veicoli di proprietà degli intestatari delle cartelle di pagamento riguardanti il Tributo di Bonifica che i contribuenti hanno impugnato e che per le quali sono in attesa di Giudizio della Commissione Tributaria Provinciale di Caserta. L’illegittimità di detto tributo è confermato dall’accoglimento dei ricorsi esaminati dalla Commissione Tributaria Provinciale di Caserta che sta ritenendo illegittima la richiesta del contributo di bonifica, in quanto richiesta per servizi mai resi e per fabbricati esenti dal tributo. Ciò nonostante l’Equitalia sta avviando nei confronti dei contribuenti la procedura del ‘Fermo Amministrativo’, finalizzata ad ottenere il pagamento immediato del tributo non pagato quintuplicato rispetto all’importo originario, motivato con la seguente dicitura: esempio 1.214,34 per interessi di mora e spese di procedure sino ad oggi maturati. L’Equitalia, per conto del Consorzio Generale del Bacino Inferiore del Volturno, sta tentando di impedire al contribuente il suo esercizio del diritto di difesa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico