Caserta

Cisl Fp, terzo congresso provinciale al Vanvitelli

Cisl Fp CASERTA. Lunedì 9 febbraio, alle ore 15, apertura della due giorni di lavori del III° Congresso Provinciale della Cisl Fp. La seconda giornata inizierà invece alle ore 9.

Saluterà gli ospiti, in qualità di padrone di casa il sindaco della città di Caserta Nicodemo Petteruti. Questo terzo congresso rappresenta anche la proclamazione ufficiale di un ruolo che la Cisl Fp ha ormai acquisito sul territorio provinciale dopo anni di difficile lavoro, vale a dire un ruolo di punto di riferimento per la stessa Terra di lavoro e non solo per i lavoratori. La Cisl Fp di Caserta ha applicato proprio su questo territorio, infatti, un sistema di raccordo con la popolazione divenendo mediatrice, con i cittadini, riuscendo, grazie all’azione dell’intera federazione, a superare quelle barriere alzate dall’eccessiva burocrazia.

“A Caserta, la Funzione Pubblica ha lavorato su più fronti – spiega Rino Brignola, Segretario Generale Cisl Fp – per evitare anche che il territorio fosse depauperato. E’ il caso della Soprintendenza dei Beni Culturali, in odore di trasferimento, a scapito della centralità casertana, o ancora, al lavoro di questo sindacato teso a favorire la stabilizzazione degli ausiliari della sosta a rischio licenziamento. In questa occasione la Cisl ha ottenuto il doppio risultato di creare occupazione e garantire una maggiore presenza della polizia locale sul territorio cittadino, accontentando com’è evidente, anche l’utenza. Eguali risultati sono stati ottenuti con l’impegno profuso nell’adozione dei piani occupazionali nei vari Enti. La segreteria territoriale si è, inoltre, impegnata anche ad incrementare la partecipazione alla vita sociale attraverso il lavoro del Coordinamento Donne. Questo ha svolto un’attività di rilievo e offerto un contributo importante: due pubblicazioni solo nel 2008, una sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, l’altra sulla partecipazione sindacale delle lavoratrici; uno sportello donna a servizio delle dipendenti e delle problematiche familiari, un seminario sull’autostima. La Cisl, dunque, da sempre continua a perorare la presenza femminile a tutti i livelli, necessaria quanto mai a consentire all’organizzazione di attivare un processo di rinnovamento. È, ormai, giunto infatti, il tempo del rinnovamento, ringiovanire le fila dei nostri quadri, avviare nuovi processi formativi, attrarre dai luoghi di lavoro, giovani donne e giovani uomini preparati che diano nuova linfa alla nostra organizzazione. Nel corsi di questo congresso, vogliamo analizzare aspetti, novità e problematiche dello stato dei fatti, per quanto ci è stato possibile, ma, anche e soprattutto, evidenziare la posizione del sindacato in questo contesto non facile che ci chiama prima come cittadini, poi come lavoratori e infine come sindacalisti, a non demordere. Un plauso comunque va all’intera Segreteria che ha sempre sostenuto con coraggio e determinazione anche le battaglie più difficili. Insieme abbiamo costruito questa federazione ma anche, come più volte ribadito, un sindacato che vive nelle città, al fianco non solo delle lavoratrici e dei lavoratori iscritti, ma dei cittadini tutti”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico