Caserta

Acquedotto Carolino, un tavolo per il recupero

Acquedotto CarolinoCASERTA. Un tavolo istituzionale per la salvaguardia e la valorizzazione dell’Acquedotto Carolino, opera dichiarata dall’Unesco patrimonio mondiale dell’umanità.

Lo ha promosso l’assessore provinciale all’Ambiente, Lucia Esposito, raccogliendo l’invito della Sovrintendenza ai Beni architettonici e paesaggistici di Caserta e Benevento. L’incontro si è tenuto stamane nella sala Giunta di corso Trieste, con la partecipazione, oltre che della Sovrintendenza, di rappresentanti della Provincia di Benevento, dei Comuni di Moiano, Bucciano, Airola, Sant’Agata de’Goti, dei Comuni di Caserta e Maddaloni, dell’Agenzia del Demanio, accanto al preside della facoltà di Ingegneria della Seconda Università, Michele Di Natale. Dal tavolo operativo è emersa la necessità e l’urgenza di garantire il restauro dell’opera e la funzionalità dell’acquedotto, che ha una portata di circa 220 milioni di metri cubi all’anno, con l’obiettivo non soltanto di valorizzare un bene che rappresenta un importante attrattore turistico, ma anche di implementare il valore derivante dal recupero dei corsi d’acqua, preziose fonti di energia alternativa nel pieno rispetto della tutela dell’ambiente.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico