Carinaro

Masi all’opposizione: “Solo rabbia ed isterismo”

Mario Masi CARINARO. Il sindaco Mario Masi e la sua maggioranza replicano duramente al gruppo di opposizione dell’Udc, guidato da Tommaso Comparone, e a quelli che definiscono “i nuovi paladini della città”, ossia l’associazione politico-culturale “Insieme”, …

…i quali, attraverso attacchi all’attuale coalizione di governo, si stanno proiettando verso le elezioni amministrative in programma quest’anno.

Riceviamo e pubblichiamo:

Nel paese si respira aria di elezioni. In giro ricompare la solita vecchia figura che caratterizzò la passata fallimentare esperienza politica, alla ricerca di un’ossessionata voglia di rivalsa personale. Essa si affanna a mettere in piedi cartelli elettorali, coinvolgendo anche chi fino ad ieri aveva dimostrato di preferire le comodità di una tranquilla vita familiare o gli agi di una proficua attività professionale.

Fino ad ora questi ‘novelli paladini della Città’ hanno dimostrato di saper solo dispensare sorrisi e strette di mano compiacenti oppure di criticare ogni azione posta in essere dall’Amministrazione, senza però mai elaborare una proposta o una soluzione ai numerosi e complessi problemi del paese.Si propongono come i rinnovatori (e non lo sono) e, quel che è più grave, non esprimono alcuna idea che sia segno tangibile di autentico rinnovamento.

Anche i tre consiglieri di opposizione dell’Udc, sentono aria di elezione e, dopo anni di opposizione sonnacchiosa, riscoprono una insolita voglia di pungere. Gli uni e gli altri si accomunano nel giudicare come fallimentare il bilancio dell’Amministrazione comunale. Lo fanno però con dichiarazioni generiche e senza argomenti fondati.

Per mancanza di spazio non è possibile anticipare il consuntivo di questa Amministrazione, che sarà presentato alla fine del mese di Aprile. Non possiamo però non ricordare sinteticamente i tanti risultati già raggiunti (strade, fogne,acquedotti, metano, palazzo comunale, scuole, illuminazione pubblica, acquisto dell’ex depuratore, politica sociale, ecc.). Tante poi sono le altre opere in corso, come le imponenti azioni di riqualificazione urbana sia nel centro che in periferia, che hanno trasformato il paese in un cantiere. Eper tante altre ancora si attende solo l’ordine per bandire la gara di appalto.

L’operazione dei Pip è ormai avviata (a breve uscirà il bando). Essi sono stati pensati e saranno realizzati solo nell’ interesse degli artigiani di Carinaro, in prossimità del paese e non a Marcianise, ossia nella zona dell’Impreco; il Piano regolatore (Puc) è alle ultime battute e l’ampliamento del cimitero è ormai una realtà, nonostante la demonizzazione dei consiglieri dell’Udc che parlano di fallimento del progetto.

Alle isteriche esternazioni dell’opposizione, preferiamo rispondere con numeri e dati ufficiali. L’ampliamento del cimitero è stato progettato per affrontare le esigenze dei prossimi 20 anni, perché non si può continuamente pensare di ampliarlo. Per questo lungo periodo, erano stati programmati 444 loculi e 67 cappelle. Dopo circa 75 giorni dall’apertura del bando, sono pervenute prenotazioni per 280 loculi (pari al 61%) e 22 cappelle (pari al 32%). Nessuno di buon senso immaginerebbe che tutto il fabbisogno dei prossimi 20 anni sia prenotato soltanto nei primi due mesi! Se così fosse significa che si dovrebbe già preparare un nuovo progetto di ampliamento. L’improvvisa recessione economica e l’ampia e diffusa azione di terrorismo psicologico, messa in campo dagli avversari, non hanno comunque frenato le prenotazioni i cui risultati appaiono abbastanza soddisfacenti! Il cimitero si farà, nonostante vanifichi gli interessi individuali di alcuni avversari politici e di qualche falso paladino del bene comune! E’ un dovere istituzionale che abbiamo nei confronti dei cittadini richiedenti. Entro il mese di Aprile, nel rispetto del progetto tecnico approvato, saranno appaltate le opere prenotate. Anzi, i cittadini che hanno prenotato pagheranno alla fine un prezzo minore del costo annunciato nel bando, in quanto gran parte del ribasso che si otterrà dalla gara di appalto sarà spalmato sul prezzo. Dopo tutti gli altri interventi già attuati nel Cimitero (costruzione di loculi a disposizione; ristrutturazione dei vecchi manufatti cimiteriali), anche l’ampliamento è stato affrontato e risolto da questa Amministrazione. Nessuno nel passato era mai riuscito a fare tanto!

Non sarà proprio l’operatività e la concretezza dell’attuale maggioranza la ragione della rabbia e degli isterismi dei consiglieri dell’Udc e dei nuovi ‘paladini’ del paese?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico