Aversa

Sequestrata oltre una tonnellata di sigarette di contrabbando: 3 arresti

 AVERSA. Durissimo colpo inferto dai Baschi Verdi del Gruppo di Aversa alle organizzazioni criminali che stanno tentando di reintrodurre il contrabbando delle “bionde” sulle strade dell’hinterland napoletano e dell’agro aversano.

A seguito di una mirata attività investigativa partita da una segnalazione anonima, le Fiamme Gialle hanno effettuato una serie di appostamenti volti ad individuare un magazzino posizionato tra Orta di Atella e Caivano in cui sarebbero state stoccate le sigarette di contrabbando.

L’acume investigativo dei militari ha permesso di notare per alcuni giorni degli strani movimenti effettuati da un furgone con targa francese. Nella serata di venerdì, dopo aver individuato nuovamente il mezzo che transitava a forte velocità sulle strade di Orta di Atella, i baschi verdi hanno effettuato un lungo e delicato pedinamento per individuare il luogo dove lo stesso si dirigeva. Giunto alle porte di Caivano, il furgone si è fermato dinanzi ad un deposito ove erano presenti tre persone in attesa del suo arrivo. È stato proprio l’evidente stato di euforia manifestato dai soggetti che si trovavano nel magazzino ad aver dato conferma ai finanzieri di aver individuato il luogo di stoccaggio delle sigarette.

L’immediato intervento delle Fiamme Gialle ha permesso di identificare tutti le persone che erano presenti sul posto prima che le stesse si dessero a repentina fuga. All’interno del magazzino venivano, tuttavia, rinvenute solo tre stecche di Marlboro di contrabbando. Si decideva pertanto di condurre il furgone presso gli uffici del Comando Gruppo di Aversa al fine di individuare l’eventuale presenza di doppi fondi.

L’automezzo, apparentemente, trasportava dei rotoloni di lana di vetro che occultavano la visuale del fondo del mezzo, in realtà carico di casse di “bionde”. Infatti, dopo aver rimosso il carico di copertura i finanzieri hanno posto sotto sequestro 830 chili di Marlboro Rosse e 370 chili di Marlboro Light per compressivi 1.200 chili di sigarette di contrabbando.

I due autisti, A.V., di 28 anni e A.A., di 24 anni, entrambi di nazionalità ucraina, nonché il basista, O.S., di 38 anni, anch’egli ucraino, sono stati arrestati e condotti presso la casa circondariale di Poggioreale. I due “braccianti” addetti allo scarico dell’illecita merce sono stati segnalati alla Procura della Repubblica di Napoli.

E’ sempre crescente l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle in tale settore operativo di cui è sicuro ed esclusivo punto di riferimento per l’attività di investigazione, prevenzione e contrasto al fenomeno.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

buone-feste2

Condividi con un amico