Aversa

Nascondeva 60 chili di “bionde” in auto: arrestato giovane polacco

Le sigarette occultate nel doppio fondoAVERSA. Ennesimo fermo operato dai Baschi Verdi del Gruppo di Aversa che continuano a monitorare i mezzi in entrata nel territorio casertano.

Nella rete delle Fiamme Gialle, questa volta, è rimasto “impigliato” un uomo di nazionalità polacca, che viaggiava a bordo di una Mercedes Classe A, con targa estera. All’atto del controllo il conducente, K.D.G., 32 anni, ha dichiarato di trovarsi in Italia per vacanza e di essere diretto a Napoli.

 L’immediato preliminare riscontro eseguito dai militari del Pronto Impiego evidenziava la totale assenza di bagagli, di videocamera e macchina fotografica, strumenti che generalmente accompagnano tutti coloro che si recano in visita nel “Bel Paese”.

Ad insospettire ulteriormente i militari è stata inoltre la presenza di una tanica di gasolio, generalmente utilizzata sulle autovetture in cui è presente un doppio fondo che impedisce al serbatoio di avere la sua naturale capienza. Infatti, l’approfondito controllo eseguito dai finanzieri di Aversa ha permesso di individuare, occultate in un doppio fondo ricavato sotto il pianale del mezzo, circa 60 chilogrammi di sigarette di contrabbando, provenienti dall’Est Europa.

Il conducente è stato tratto in arresto per contrabbando di tabacchi esteri e posto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria di Santa Maria Capua Vetere.

L’intervento rappresenta un altro colpo inflitto alle organizzazioni criminali che hanno nuovamente dato vita al business delle “bionde”, utilizzando nuove rotte per i loro traffici. E’ sempre crescente l’impegno profuso quotidianamente dalle Fiamme Gialle nei confronti di un fenomeno che per anni ha tristemente rappresentato un’emergenza sociale, ma di cui si ravvisa una repentina crescita.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico