Villa Literno

Cancellazione di iscritti, la Cisl medita il ricorso

Cisl Fp VILLA LITERNO. “Non era intenzione della Cisl Fp attivare un botta e risposta a mezzo stampa con il Comune di Villa Literno e ancor meno con il primo cittadino Enrico Fabozzi”.

Lo afferma, in una nota, il sindaco Cisl Fp, che sottolinea: “Questo sindacato, com’è nelle sue lecite consuetudini, teneva unicamente a ricordare all’Amministrazione Comunale di Villa Literno le motivazioni del malcontento dei dipendenti, e invitarla ad un corretto atteggiamento, rispetto alle formali procedure relazionali con i rappresentanti sindacali che operano all’interno della Casa Comunale. Ciò detto, rispondendo a Nicola Ucciero, responsabile del servizio Ragioneria del Comune e rappresentante della parte pubblica nelle delegazioni trattanti con i sindacati, desideriamo chiarirgli – in merito alla mancata presenza dei delegati all’incontro, convocato dal Comune il 29 dicembre 2008, allo scopo di discutere riguardo al fondo incentivante – che, invero, ci sembra abbastanza fuori luogo l’aver convocato un incontro di tale importanza, utile alla programmazione di progetti di produttività per tutti i dipendenti, proprio in chiusura d’anno. Nel corso di un’intera annualità, altra data utile non si è trovata se non quella del 29 dicembre, in pieno periodo festivo e dunque disutile a mettere nero su bianco progettualità necessarie e fondamentali. Ancorché superflua e inappropriata ci sembra l’affermazione del sindaco il quale sostiene di non essere stato invitato dalla Cisl ad alcun incontro. La segreteria aziendale e provinciale della Cisl Fp ha seguito le necessarie e usuali procedure, inviando sia al sindaco che al ragioniere capo dell’amministrazione comunale di Villa Literno, richieste per iscritto che sono agli atti, non ultime quelle dell’11novembre e del 18 dicembre 2008. In quanto all’aver mai emesso azioni unilaterali, senza il dovuto confronto con le parti sindacali, esistono documenti protocollati che testimoniano l’avvenuta attuazione di atti mai concertati. Un esempio per tutti: la richiesta, in data 12 gennaio, della trasmissione urgente degli atti inerenti il Concorso per vigile urbano del dipendente Bortone Osvaldo, nonché degli atti concernenti l’erogazione dei Buoni pasto al Comando Vigili Urbani nell’anno 2008. Richiesta protocollata il 30 giugno del 2008 e mai accordata. Infine, in seguito a serie e attente valutazioni, la Cisl Fp di Caserta stimerà se ricorrere o meno all’autorità giudiziaria in merito alle numerose cancellazioni di iscritti Cisl occorse, in seguito all’aumento arbitrario da parte del Comune, del costo delle tessere. Questo sindacato – conclude la nota – si riserva inoltre di chiedere l’intervento del Prefetto di Caserta anche per quanto riguarda le dichiarazioni del sindaco Fabbozzi, relativamente a quanto espresso a mezzo stampa”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico