Succivo

Pdl: “Bisogna staccare la spina all’amministrazione Papa”

Popolo della Libertà SUCCIVO. Il Popolo della Libertà c’è e si fa sentire subito con un manifesto duro nei confronti dell’amministrazione di centrosinistra, guidata dal sindaco Franco Papa.

A Succivo il nuovo soggetto politico voluto dal premier Silvio Berlusconi ufficializza la sua presenza sul territorio con un azione politica forte. Un attacco al governo della cittadina che non ha precedenti. In un manifesto dal titolo “un fallimento annunciato”, stigmatizzano quello che definiscono ‘il malgoverno del centrosinistra’. Nello scritto puntano il dito contro l’immobilismo amministrativo: “Il Comune di Succivo vive in uno stato di agonia senza precedenti – si legge – non è stato affrontato nemmeno uno dei problemi che andavano risolti, e la situazione si aggrava sempre di più con il passare dei giorni”. Ma l’invettiva più forte riguarda il servizio civile, dove accusano gli amministratori di nepotismo: “Un servizio civile – scrivono – a cui hanno il privilegio di accedere solo figli di amministratori, nipoti, amici, amici degli amici, cumpar e cumpariell”. Anche se in questo caso la maggioranza ha più volte segnalato che a gestire il servizio civile non è il Comune, ma l’associazione Arci che provvede alle selezioni. Poi, il documento del Popolo della Libertà, entra nel merito di alcune questione: “Manca una progettualità a medio e lungo termine – scrivono – che possa ridare uno slancio all’attività dell’amministrazione”; in particolare puntano il dito sui Pip: “I piani di insediamento produttivi, dopo 15 anni e un finanziamento della Regione Campania, non solo non decollano ma nessuno ci spiega il perché”. Infine, ritengono che le “casse comunali vivono una situazione debitoria insostenibile e che l’affidamento dell’accertamento e della riscossione dei tributi ad una ditta esterna possa riproporre vecchi fallimenti come in passato la Cogest”. Chiudono il manifesto chiedendo di “staccare la spina” a questa amministrazione, “unica – a loro dire – via d’uscita”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico