Sant’Arpino

Festeggiamenti in onore di Sant’Antonio Abate

Sant’Antonio Abate SANT’ARPINO. Come da tradizione, sabato sera la Commissione per la Festa Patronale e la Parrocchia di Sant’Elpidio Vescovo in Piazza Umberto I celebreranno la festa di Sant’Antonio Abate che il calendario cristiano onora il 17 gennaio.

Il primo momento sarà squisitamente religioso e vedrà la celebrazione di una messa solenne nella Parrocchia guidata da don Umberto D’Alia, seguita dalla tradizionale benedizione degli animali sul sagrato della chiesa e dall’accensione dell’altissimo rogo, oltre che dalla degustazione di alcuni prodotti enogastronomici. E come ogni anno saranno moltissimi i bambini, i ragazzi e le persone di ogni età che accompagnati dai migliori amici dell’uomo che presenzieranno a tale appuntamento che richiama una delle più antiche tradizioni religiose e sociali della comunità santarpinese. La consuetudine di far benedire gli animali nel giorno della festa di Sant’Antonio Abate (rappresentato dall’iconografia in mezzo agli animali) era tipica di tutte le società contadine sin dai tempi più remoti, quando gli animali erano il possedimento più prezioso e soprattutto il mezzo di lavoro tipico degli agricoltori nostrani. Scomparsa quasi completamente a Sant’Arpino l’economia ed il lavoro agricolo, oggigiorno sono soprattutto cani, gatti e gli altri animali cosiddetti domestici ad accompagnare gli uomini in questa giornata e a ricevere la benedizioni. Come ricordato in precedenza si tratta di una festività particolarmente sentita dai bambini che festanti affollano, e lo faranno anche sabato sera, Piazza Umberto I.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico