Orta di Atella

Mastella ad Orta per il congresso cittadino dell’Udeur

Brancaccio e MastellaORTA DI ATELLA. Domenica 25 gennaio e domenica 1 febbraio si terrà ad Orta di Atella, presso la sala convegni del Convento dei Frati Minori, il secondo congresso cittadino dei Popolari Udeur.

Il congresso sarà presieduto dal segretario nazionale Clemente Mastella, i lavori aperti dalle relazioni del segretario Dario Santillo e del presidente Franco Grassia. Seguiranno i saluti delle rappresentanze dei partiti e dell’associazionismo locale. Dopo il dibattito si chiuderà la prima parte del congresso che riaprirà i battenti domenica 1 febbraio con l’approvazione del documento politico e l’elezione del presidente e degli organismi dirigenti.

Di grande valore e significato politico il congresso della sezione atellana dei popolari – Udeur, che annovera tra i suoi iscritti anche il consigliere regionale nonché vice segretario vicario del Campanile campano, Angelo Brancaccio. “Progetto di un centro moderato e riformista”, recita lo slogan del congresso che richiama temi strettamente connessi al partito dell’ex ministro della giustizia, tra questi, la famiglia, la sicurezza e il rilancio di un centro moderato che veda come protagonista l’Udeur. Tematiche su cui si soffermerà Clemente Mastella.

“In un momento così delicato per il nostro partito nazionale – dichiara il segretario Santillo – l’Udeur di Orta ribadisce l’attaccamento ai valori fondanti del Campanile e il proprio impegno ‘serio’ e diretto per il partito stesso. Il congresso segnerà il punto più alto di confronto e di dibattito ovviamente anche sulle tematiche legate allo sviluppo della nostra comunità. In questi ultimi anni abbiamo approfondito, consolidato il rapporto con la gente, con la realtà territoriale. Il congresso rappresenta la sintesi, la massima valorizzazione di un percorso di presenza politica ma anche di ascolto delle esigenze e dei problemi più sentiti da affrontare e risolvere. Discuteremo del destino del nostro partito, del futuro, sceglieremo la classe dirigente”.

“L’elemento di discussione politicamente fondante – aggiunge il consigliere regionale Brancaccio – sarà la specificità di ‘Partito di centro’. Questo siamo, questo vogliamo rimanere, continuare ad essere. Il congresso ortese, credo, confermerà in pieno questo percorso. Siamo fieri e orgogliosi della nostra specificità, del nostro bagaglio culturale ed umano. Siamo al centro, sicuri delle nostre idee e come ama spesso dire il nostro segretario regionale Fantini ‘la politica e’ realismo, e’ capacità di decidere e di fare’. Dunque, anche per Orta vogliamo definire un programma politico e di governo sulla scorta del quale definire le alleanze e un cammino comune per realizzare tali obiettivi programmatici”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico