Orta di Atella

Il maltempo fa posticipare la protesta delle “mamme anti-puzza”

 ORTA DI ATELLA. Complice il cattivo tempo, è stata annullata la manifestazione prevista per stamani, presso il Comune di Orta di Atella, da parte delle “mamme anti-puzza”.

Ma una delegazione del Comitato “Ortanuova” è stata comunque ricevuta dall’ingegner Palermiti per discutere dell’annoso problema ortese, a cui sembra impossibile scrivere la parola fine.

L’opificio ritenuto la fonte della puzza, infatti, ha ottenuto l’accoglimento alla sospensiva da parte del Tar dell’ordinanza comunale del 17 novembre scorso, che aveva intimato la chiusura dello stabilimento, fino a quando non se ne discuterà alla Camera di Consiglio del Tar.

Il Comune ha preso atto del disagio dei cittadini causato dal ritorno degli odori nauseabondi. Proprio stamattina, infatti, nell’aria era presente un fetore forte ed insopportabile. Ma la terna commissariale ha fatto sapere che adotterà tutti i provvedimenti possibili del caso, ma prima si vuole attendere la decisione definitiva del Tar, prevista per il prossimo 5 febbraio. Un capitolo, quindi, che rimane costantemente aperto.

“I cittadini non sono più disposti a compromessi di nessun genere. – dichiara un rappresentante del Comitato Ortanuova – Hanno perso la fiducia nelle istituzioni, che continuano a permettere che venga lesa la loro libertà e dignità. Sono stanchi di questo eterno ping pong tra Comune e Tar, il quale prende solo decisioni in merito a fatti amministrativi, trascurando diritti ben più importanti, come quelli fondamentali della dignità umana, contenuti nella Carta Costituzionale e che dovrebbero ispirare qualsiasi decisione giurisprudenziale, sia essa amministrativa, civile o penale”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico