Orta di Atella

Brancaccio: “Se continuano a denigrarmi mi ricandido e vinco”

Angelo BrancaccioORTA DI ATELLA. “Certo che potrei ricandidarmi a sindaco, anche a costo di trovare venti ‘clandestini’ per formare la lista”. video

Nonostante le vicende giudiziarie che hanno coinvolto lui ed il suo partito, Angelo Brancaccio, consigliere regionale dell’Udeur ed ex sindaco di Orta, non ha perso quella proverbiale ironia nel commentare l’attuale scenario politico della sua città.

Durante l’intervista rilasciata a Pupia prima dell’apertura del congresso cittadino del Campanile, dove sono intervenuti anche il leader del partito Clemente Mastella e la consorte Sandra Lonardo, presidente del consiglio regionale della Campania, Brancaccio ha lanciato un messaggio chiaro ai suoi avversari, in particolare agli “ex amici” che con lui hanno condiviso dieci anni di amministrazione. “Io, al momento, ritengo chiusa la mia esperienza amministrativa, a meno che i miei avversari, i miei denigratori, vogliano continuare ad elevare il confronto solo sotto l’aspetto personale. Io sono pronto a fare dieci passi indietro e puntare su un confronto politico che va nelle direzione del salto di qualità, coinvolgendo le nuove generazioni. Se non sarà così, mi assumerò l’impegno di dimettermi da consigliere regionale e ricandidarmi a sindaco, troverò venti ‘clandestini’, persone, cittadini per fare una battaglia elettorale. E, scusate la presunzione, sono convinto di vincere perché, nonostante qualche vicenda giudiziaria di cui sono stato interessato, noto ancora tanto affetto e stima intorno alla mia persona”.

Brancaccio, inoltre, è convinto di vincere il ricorso al Tar contro il provvedimento di scioglimento della precedente amministrazione guidata dal sindaco Salvatore Del Prete, in cui lo stesso ricopriva la carica di capogruppo di maggioranza, dopo due mandati consecutivi da sindaco. “Sono certo che l’avremo vinta, così come è accaduto a Marcianise, dove l’amministrazione è stata reintegrata, perché in dieci anni non abbiamo mai subito ingerenze da parte della criminalità organizzata. Che poi nella nostra zona esista la criminalità organizzata, questo è un fatto purtroppo risaputo, anche se le cose credo stiano cambiando, e lo testimoniano le ultime operazioni delle forze dell’ordine che hanno portato ad arresti eccellenti”.

Intervista ad Angelo Brancaccio (25.01.09)

468_60_sponsor.gif

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico