Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Fi: “L’Amministrazione Cennami gira a vuoto”

Achille CennamiMONDRAGONE. “All’inizio del nuovo anno non possiamo non ricordare che all’incontro tenutosi nella sala parrocchiale di San Rufino lo scorso lunedì 22 dicembre, appuntamento in cui il Sindaco Achille Cennami ha augurato buone feste alla Cittadinanza, …

… da quanto abbiamo potuto apprendere dalla stampa locale il Primo Cittadino mondragonese ha letteralmente millantato obiettivi perseguiti e traguardi raggiunti in questa prima porzione di governo, dicendo ai pochissimi cittadini di aver realizzato tutte azioni, progetti ed opere di cui non ne conosce neanche la denominazione o le motivazioni che hanno spinto la precedente Amministrazione a realizzarle”.

Lo afferma, in una nota, la sezione di Forza Italia di Mondragone, che continua: “Il Sindaco Cennami non può credere che la Città non sappia riconoscere di chi sono i meriti e, soprattutto, che l’intera Comunità mondragonese non si sia accorta che l’attuale maggioranza non ha mai cominciato ad amministrare la Città, ma la cosa ancora più triste di cui i nostri concittadini sono ormai convinti è che, praticamente, non inizierà mai ad amministrare perché ciò significherebbe assumersi qualche responsabilità ed operare delle scelte, comportamenti che ai nostri pseudoamministratori non sono per niente congeniali!

Tutto è bloccato e, ad esempio, tra le tante opere progettate, finanziate, appaltate e in attesa soltanto dell’inizio dei relativi lavori, rientra la realizzazione delle piste ciclabili che interessano viale Kennedy, via Col. Oliveti, via San Francesco ed il lungomare sud che da piazza del Popolo (già piazza degli schiavi) si spinge fino a piazza della Repubblica, nonché il rifacimento di diverse traverse stradali della zona mare.

Per non parlare poi della nuova veste da conferire a via Como ed a via Salerno, due arterie molto trafficate anche per la confluenza con l’ingresso della scuola media cittadina più grande in termini sia di edificio che di presenze, tarda ad essere realizzata soltanto perché gli attuali amministratori non riescono a dettare in modo razionale i tempi per le preventive opere di metanizzazione.

La stessa cosa sta avvenendo per la già pianificata realizzazione di via Duchi Carafa che andrà ad urbanizzare una zona residenziale in piena espansione, e per la località Fievo che ha necessità urgenti di poter contare su quegli interventi significativi di recupero del grande viale dei Pini e di diverse traverse come via dei Ciliegi, tutto già opportunamente progettato, finanziato ed appaltato.

Ancora attendiamo il rifacimento di via Genova anche perché, in occasione dei relativi lavori di metanizzazione è uscito fuori un vecchio e splendido basalto in pietra lavica che, ormai, attende da troppo tempo di poter diventare la cartolina d’ingresso al Museo Civico Archeologico ‘Biagio Greco’, ovvero uno dei risultati più significativi dell’Amministrazione Conte, ampiamente conosciuto in tutta la Regione Campania.

Ma quanto appena detto è soltanto una piccola parte di ciò che l’attuale Amministrazione Cennami ha posto nel dimenticatoio, perché l’attuale assessore ai lavori pubblici, pur non capendo perfettamente per quali motivazioni, preferisce preoccuparsi dell’urbanistica cittadina (condono edilizio) non essendo, però, politicamente ed amministrativamente legittimato a farlo da alcuna specifica delega in quanto i lavori pubblici sono tutt’altra cosa rispetto all’edilizia privata!

Però, gli altri amministratori a partire dal Sindaco non sono da meno, in quanto impegnano il proprio tempo soltanto a lamentarsi dicendo che si ritrovano senza soldi nelle casse…peccato per loro che la perseveranza che stanno dimostrando nell’affermare certe fandonie si è connotata talmente di ridicolaggine che tale atteggiamento non riesce a convincere neanche i più creduloni!”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico