Marcianise - Capodrise - Portico - Recale - Macerata Campania

Il “Paesaggio in Campania” secondo Agnisola all’Isiss

PeasaggioMARCIANISE. “Mi dispiace dover constatare che la Campania Felix, orgoglio di centinaia di generazioni, si stia abituando al brutto e stia imparando a convivere con le buste di plastica disseminate sul territorio.

È assurdo assistere al fronteggiarsi di bellezze imparagonabili e degrado territoriale”. Si è espresso con queste parole, ieri sera, all’ISISS “Novelli” di Marcianise, il professor Giorgio Agnisola, nel corso della presentazione del suo libro “La pietra e l’angelo – Paesaggio in Campania”. Ma oltre alla inevitabile denuncia della deturpazione delle bellezze campane, l’autore ha evidenziato la molteplicità di opere, anche semi sconosciute, presenti in Campania, che ne attestano la storia e la rendono comunque una delle più belle regioni del mondo. Il libro “La pietra e l’angelo” può essere considerato un viaggio per molti aspetti inedito nella Campania sacra, e in particolare nella Campania medievale, in un costante raccordo con l’ambiente, la storia e soprattutto l’arte, di cui l’autore indaga testimonianze note e meno note, alimentando lo sguardo con la sensibilità del critico e con la curiosità del giornalista: una sciolta narrazione che non di rado diventa anche cammino poetico e spirituale. Ad illustrare l’opera nel dettaglio, con una intelligente focalizzazione della tecnica descrittiva adoperata da Agnisola, c’era il professor Oreste Trabucco, docente dell’Università “Federico II” di Napoli, che – partendo dall’etimologia della parola ritratto – ha evidenziato la capacità dell’autore di rappresentare con le parole delle vere e proprie raffigurazioni, riuscendo a rendere perfettamente l’idea di ciò che descrive, ai lettori. È anche per questo motivo che il libro “La pietra e l’angelo – Paesaggio in Campania”, non è corredato da nessuna immagine. A seguire l’evento, oltre alla Dirigente Scolastica, professoressa Emma Marchitto, c’erano numerosi docenti e alunni della scuola, e diverse autorità del mondo politico, tra cui: i consiglieri provinciali Angelo Piccolo e Gerardo Trombetta, l’assessore alla cultura della provincia di Caserta, Giuseppe Moretta, e l’Onorevole Piero Squeglia, da sempre particolarmente attento alle manifestazioni di tipo culturale della città. La lodevole iniziativa portata avanti dall’ISISS, si inserisce nell’ambito delle attività culturali della scuola, ed in particolare del progetto “Incontriamoci in biblioteca”, di cui sono referenti i professori Maria Rosaria Abbate e Umberto Fabrocile.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico