Lusciano

Camorra: sequestrati beni a Luigi Costanzo, capozona dei Casalesi

L'immobile sequestrato dalla PoliziaLUSCIANO. Sequestrati beni per un valore di circa tre milioni di euro a Luigi Costanzo, 42 anni, di Lusciano, capozona del clan dei Casalesi, …

… in carcere dopo una condanna all’ergastolo per il duplice omicidio di Mario Tappino e Giovanni Ciccarelli, e un’altra condanna, con sentenza passata in giudicato, alla pena di trent’anni per il tentato omicidio di Enrico Esposito ed il duplice omicidio di Nicola Parisi ed Angelo Esposito.

Nella mattinata di mercoledì, gli agenti di polizia della Divisione Anticrimine, coadiuvati dai colleghi del commissariato di Aversa, hanno eseguito il sequestro dei beni su disposizione della Procura di Santa Maria Capua Vetere. Si tratta di un immobile e di alcuni locali commerciali situati in via Colucci, edificati su un terreno di proprietà dell’Istituto per il Sostentamento del Clero e adibiti in passato a sede della società “Ceramix 2000” dichiarata fallita nel 2002 e facente capo ad uno dei fratelli e alla moglie di Costanzo, Maria Pagliuca; di un immobile sito in via Tintoretto, con ingresso anche in via Cimabue, modificato nelle sue strutture essenziali per essere asservito alle necessità del clan dei Casalesi, con la creazione di un vero e proprio bunker e vetri antiproiettili a specchio; di un terzo di un terreno di 566 metri quadrati, sito in contrada Casardiello, riconducibile a Costanzo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico