Italia

Di Pietro attacca Napolitano, poi chiarisce: “Non ho offeso nessuno”

Di PietroROMA. “Lei dovrebbe essere l’arbitro, a volte il suo giudizio ci appare poco da arbitro e poco da terzi. Noi la rispettiamo ma lo possiamo dire o no, rispettosamente, che non siamo d’accordo che si lasci passare il Lodo Alfano, …

… che non siamo d’accordo nel vedere i terroristi che fanno i sapientoni mentre le vittime vengono dimenticate?”.

Parole durissime quelle proferite ieri dal leader dell’Idv, Antonio Di Pietro, contro il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, durante una pubblica manifestazione del suo partito. Parole che hanno scatenato una polemica che non si placherà facilmente e che, ieri, intanto, ha visto la replica del Quirinale, che ha considerato “offensive” le espressioni usate da Di Pietro su presunti “silenzi” del Capo dello Stato, “le cui prese di posizione avvengono nella scupolosa osservanza delle prerogative che la Costituzione gli attribuisce”.

Oggi l’ex pm, intervistato dall’Unità, fa marcia indietro e dice: “Non ho offeso il presidente e non c’è nulla da chiarire”, non negando, però, di aver detto che “il silenzio è un comportamento mafioso”. “Non tiriamo per la giacchetta il presidente della Repubblica. – ha aggiunto Di Pietro – Ho ripetuto il sacrosanto appello dell’associazione vittime di mafia che vedono con dolore e preoccupazione il silenzio che c’è nella lotta alla mafia”. E sottolinea: “Lotta alla mafia, ai criminali e massimo rispetto per il capo dello Stato: questa è l’Italia dei valori”.

Ma il pensiero-Di Pietro non trova consensi nemmeno all’interno del suo partito. Il capogruppo alla Camera, Donadi, infatti, intervistato da Affaritaliani, dichiara: “E’ un dato oggettivo che Napolitano, in alcuni momenti molto delicati, ad esempio il Lodo Alfano o la ricorrente aggressione alla magistratura, è stato parco di parole e a dir poco prudente. C’è chi in questo comportamento vede una debolezza del capo dello Stato, ma su questo punto tema io ho una mia idea che non coincide totalmente con quella del partito: credo che Napolitano abbia fatto bene a fare così”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico