Italia

Alitalia, Berlusconi chiude a Lufthansa

Silvio Berlusconi ROMA. “Non credo che ci siano più i tempi per l’inserimento di Lufthansa in una trattativa che è molto avanzata fra Alitalia e Air France”. Lo afferma il premier Silvio Berlusconi a proposito della vicenda Alitalia.

“Air France – ha ricordato il presidente del Consiglio – ha approvato un accordo che è molto vantaggioso per Alitalia. Mentre Lufthansa non ha mai avanzato proposte concrete e anche l’ultima lettera inviata a Colaninno parlava di un generico interesse al mercato italiano, ma non c’era nessuna proposta concreta che potesse essere messa sul tavolo accanto a quella di Air France”. “E nemmeno – ha aggiunto – una richiesta di termini per presentare una proposta. Io considero che la decisione sia di ‘nuova Alitalia’ e il governo non deve intromettersi”.

Dal Pd, replica il ministro ombra per le Infrastrutture Andrea Martella: “Il premier può inventarsi tutto ma i numeri parlano chiaro: l’unica verità è che Alitalia è stata svenduta e che tale svendita è costata quasi 4 miliardi di euro, il doppio della social card e del bonus famiglia. L’unica falsità sulla vicenda Alitalia l’ha detta Berlusconi, che prima ha cacciato Air France per ragioni di propaganda elettorale e poi è stato costretto a farla rientrare, agitando nel frattempo l’ipotesi Lufthansa solo come escamotage per la Lega. Una marcia indietro clamorosa che è costata agli italiani un prezzo salatissimo”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico