Italia

23 gennaio 1932, esce la prima Settimana Enigmistica

Settimana Enigmistica Accadde Oggi. Mia madre, con i suoi 8° anni, la predilige a tutte le forme di carta stampata e nonostante la vista le crei qualche problema, l’affronta con estrema determinazione.

Sto parlando de “La Settimana Enigmistica” che fa la sua comparsa nelle edicole il 23 gennaio del 1932. Inventata da un sardo, il Cavaliere del Lavoro, ingegnere Giorgio Sisini di Semnori, scomparso nel 1972. La prima copertina riportava l’attrice messicana Lope Velez. Oltre a Sisini stesso, tra i grandi enigmisti la rubrica annovera Piero Bartezzaghi e Giancarlo Brighenti.Lo scorso novembre ha superato i 4000 numeri pubblicati. Quasi nulla la pubblicità, appare nelle tre vesti grafiche a colori con il blu, il verde o il rosso. Da sempre in prima pagina la foto di un personaggio noto. Giochi, varianti variegate enigmistiche, ma anche vignette comiche, strisce a fumetti e settimanalmente i suoi famosi concorsi. Estremamente minuziosa la catalogazione numerica di tutti i testi, che ne permette un recupero immediato. Da queste pagine in Italia arriva il famoso Andy Capp, il tenero Giacomo, Renato perdente nato , il Signor sonquì. Passatempo dei giorni antichi, ma molto ben accetto anche dalle giovani generazioni, molto più di quanto sia possibile immaginare, segno eloquente di un prodotto intelligente e così come recitano gli stessi editori “…cha vanta innumerevoli tentativi di imitazione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico