Home

Disastro Inter: ora si cercano i colpevoli

Mourinho Questo 2009 non è iniziato di certo bene per i nerazzurri, capaci di pareggiare contro il Cagliari in casa, di ottenere dopo molte difficoltà il passaggio del turno di Coppa Italia contro il Genoa solo dopo ai supplementari e, ieri, di perdere 3-1 a Bergamo.

Ma perché tutti questi problemi? Prima della sosta, l’Inter sembrava una vera e propria schiacciasassi, otto vittorie consecutive, primato in classifica e quei 6 punti in più sulla Juventus che davano tanta sicurezza a Mourinho e compagni. Ora la squadra sembra caduta in una profonda crisi dalla quale non riesce più ad uscire. L’ultimo segnale, la disfatta di Bergamo. Al centro della difesa mancava l’influenzato Samuel ma i problemi sembrano andare oltre la sua assenza. Una squadra troppo appesantita, in ritardo su ogni pallone ed in balia dei bergamaschi di Del Neri, che hanno giocato la partita “perfetta”. Cordoba sembra solo un lontano parente di quello visto prima della sosta responsabile di almeno due delle tre reti incassate per le sue disattenzioni, Maxwell non riesce ad andare oltre la linea mediana e soffre le avanzate di uno scatenato Ferreira Pinto, Burdisso non ne azzecca una consentendo a Floccari tante conclusioni a rete nel corso della gara.

Secondo molti, il problema che persiste all’interno della spogliatoio nerazzurro è quello di un Mourinhodeciso a schierare i giocatori più anziani della rosa, mettendo in campo l’over 30 Crespo e non facendo giocare Adriano, lasciando fuori la promessa del calcio italiano Balotelli senza dargli l’opportunità di affermarsi ad alti livelli. E che dire, poi, delle due scommesse fallite: Mancini e Quaresma? A parte Ibrahimovic, vero trascinatore dei nerazzurri, l’attacco vive una lunga astinenza: poche reti segnate che, prima, venivano coperte dalla grande compattezza difensiva ma che ora sembrano sempre più evidenti.

Malgrado la vasta rosa, la squadra non riesce a rimpiazzare assenze forzate in difesa forse perché in allenamento non vengono provate bene le altre coppie centrali possibili. Ed oraMourinho sicuramente darà vita a tante esclusioni. I primi imputati sono i difensori ma anche il centrocampo e l’attacco non sono in ottima forma, Mourinho già ci ha abituato a tante esclusioni ed ora che ci sono dei veri problemi una domanda sorge spontanea: chi sarà il prossimo ad essere escluso?

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico