Esteri

Bin Laden riappare sul web e invoca la Jihad per salvare Palestina

Osama Bin LadenDUBAI. Il leader di Al Qaeda, Osama Bin Laden, ritorna con un messaggio audio pubblicato su alcuni siti islamici e ripreso dall’emittente araba Al Jazeera.

Il suo è un appello alla Jihad (“Guerra santa”) per fermare l’offensiva di Israele nella Striscia di Gaza. “Sono qui per dirvi la verità su quanto sta avvenendo” a Gaza, una verità che “non è la stessa” proposta “dai ministri, in quanto non riconosce il diritto internazionale falso”, esordisce lo sceicco all’inizio dei 22 minuti di registrazione, durante i quali accusa i governanti arabi di non impegnarsi a liberare la Palestina, ritenendoli “traditori”, come è avvenuto, dice, “nel 1948 quando tutti i re erano asserviti ai britannici”. I governanti arabi, per il leader di al Qaeda “sono tutti nemici della nostra comunità: controllano i media e i sermoni del venerdì”.

Bin Laden ha invitato a reclutare “i giovani nelle brigate del Jihad contro i crociato-sionisti”. La “guerra santa”, secondo Osama, “è l’unica via per riconquistare la Palestina”. Un’impresa possibile, sostiene il capo dell’organizzazione terrorista, confermata da due esempi: “Il primo – dice – è quello della sconfitta dell’Unione Sovietica in Afghanistan, senza l’apporto di alcun esercito. Il secondo riguarda gli Stati Uniti che, dopo aver superato in tirannia i sovietici, oggi stanno annegando nella crisi economica”.

Per Osama non è una coincidenza che l’offensiva israeliana sia iniziata nel momento di transizione tra l’amministrazione Bush e quella neo eletta di Obama, una controparte più difficile per Israele, secondo lo sceicco, che, infine, si dà anche ai sondaggi: “Il 75% degli americani è contento del fatto che se ne vada il presidente che li ha portati in guerra”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico