Matese

Nuova rete di pubblica illuminazione in via Campisi

pubblica illuminazioneALIFE. Continua incessante la programmazione di opere e servizi pubblici a favore del territorio comunale da parte dell’amministrazione comunale retta dal sindaco Roberto Vitelli.

Su proposta dell’assessore delegato ai Lavori Pubblici Sisto Angelillo, la Giunta comunale ha approvato i progetti preliminare ed esecutivo per la nuova rete di pubblica illuminazione in via Campisi, a ridosso del centro abitato alifano e della strada provinciale 151. Per il completamento dell’impianto di pubblica illuminazione nell’importante strada cittadina, da anni in attesa dell’installazione dei punti luce che ora consentiranno anche una maggiore sicurezza della zona, l’amministrazione Vitelli ha impegnato la somma complessiva di € 40.640,00, ottenuta dal Comune con finanziamento ai sensi della legge regionale n.51/78-annualità 2007. “D’intesa con l’assessore delegato Sisto Angelillo e l’intera giunta comunale-dichiara il sindaco Roberto Vitelli-ho voluto dare una risposta concreta alle aspettative di numerose famiglie residenti di via Campisi, che hanno richiesto tramite la sottoscrizione di una petizione la realizzazione di una rete di pubblica illuminazione nella zona dove abitano. L’amministrazione ha voluto programmare tale intervento, tenendo in considerazione l’importante circostanza che lungo via Campisi si è registrato in questi anni un grande insediamento abitativo. Inoltre, tale tratto viario è diventato negli anni di grande percorrenza ed oggi si va a collegare anche all’asse viario provinciale in corso di realizzazione Piedimonte Matese-Ponte dei Briganti-Villa Ortensia. La realizzazione, nel suddetto tratto, dell’intera rete di pubblica illuminazione garantirà anche l’incolumità dei cittadini, che si sentiranno più sicuri sia all’esterno che all’interno delle loro abitazioni. I lavori potranno essere eseguiti già a partire dalla prossima estate, atteso che per tali progetti abbiamo investito la somma di €.40.640,00 già concessa all’Ente, per la quale bisogna solo completare la procedura standard con la Cassa Depositi e prestiti ed eseguire la gara di appalto”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico