Napoli Prov.

Capriati, San Rocco approda al Museo

San RoccoCAPRIATI AL VOLTURNO. La storia di San Rocco nel museo iconografico di Capriati. Non tutti sanno che tra le bellezze storico-culturali dell’alto casertanoè annoverato ancheun Museo iconografico europeo di San Rocco …

… allestito presso il Santuario Diocesano dedicato al Santo nella cittadina di Capriati al Volturno, che ospita tra l’altro una insigne Reliquia del Corpo di San Rocco. Il museo iconografico europeo, inaugurato il 2 8 ottobre 2006, in Capriati al Volturno, ridente cittadina della provincia di Caserta, raccoglie i segni dell’arte che scaturiscono dalla fede profonda, dall’ispirazione divina. I quadri, le statue, oggetti votivi, realizzati con le diverse tecniche, raffigurano il pellegrino di Dio, San Rocco. Lo spazio museale, unico esempio in Italia, è stato fortemente voluto dal Procuratore ed animatore spirituale dell’Associazione Europea Costantino De Bellis, legata indissolubilmente al pellegrino dell’Assoluto. Il progetto è stato condiviso dall’Amministrazione Comunale, sospinto dal parroco di Santa Maria delle Grazie, nonché dall’Associazione Europea Amici di San Rocco presente sul territorio e dall’intera comunità capriatese. Comunicare la fede nell’era della globalizzazione è certamente un obiettivo imprescindibile, per diffondere i valori autenti ci dell’esistenza. Il museo espone le immagini del Pellegrino di Dio, venerato in molte comunità della penisola, da Nord a Sud, percorrere gli “Spazi della carità”, soffermarsi a guardare il volto del “Viandante della storia”, ridona la pace del cuore, apre una prospettiva verso l’infinito, proietta i devoti nell’orizzonte della spiritualità, la sorgente inesauribile della speranza. Nel vissuto quotidiano le testimonianze culturali raccolte nel Museo Iconografico rappresentano i simboli eloquenti del cristianesimo che attraverso la figura di San Rocco, richiamano ai fedeli il senso del pellegrinaggio, un andare verso la meta, un cammino interiore, una revisione che cerca Dio lungo i sentieri della storia. Il Procuratore di San Rocco Costantino De Bellis invita i devoti, gli associati al sodalizio, i gruppi e le confraternite a varcare la soglia del museo per cont emplare il Mistero dell’Amore, immerso nelle gesta incomparabili del pellegrino di Dio al servizio dei fratelli e dei sofferenti. Il Museo Iconografico Europeo di San Rocco è aperto il venerdì mattina dalle ore 9 alle ore 12; la domenica dalle ore 16 alle ore 19. Si possono prenotare visite tutti i giorni telefonando a: Procuratore di San Rocco 338.6627422, alla signora Michela Ricci 328.3850601 e al signor Antonio Viccione 368.7028245. (di Pietro Rossi – da Teleradio news)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico