Caserta

Setola, De Franciscis: Bene, ma non abbassare guardia

SetolaCASERTA. Il presidente della Provincia di Caserta, Sandro De Franciscis, ha fatto pervenire ai vertici del Comando provinciale dei carabinieri e al comandante, colonnello Carmelo Burgio, le sue felicitazioni e la gratitudine della comunità provinciale per la brillante operazione del primo pomeriggio di oggi, che ha portato alla cattura del pericoloso esponente del clan dei casalesi Giuseppe Setola.

“Da giorni vi erano diversi segnali che il cerchio intorno al latitante andava stringendosi sempre più – ha commentato il presidente della Provincia –. Plaudo alla professionalità e alla determinazione mostrate dalle Forze dell’ordine e dai militari dell’Arma, che non senza difficoltà sono finalmente riuscite ad assicurare alla giustizia colui il quale si ritiene essere mandante ed esecutore di molti efferati omicidi compiuti sul territorio della provincia e a capo del cosiddetto gruppo di fuoco del clan dei casalesi. Celebrato il successo – ammonisce però De Franciscis – l’invito, che deve anzitutto raccogliere il Governo, è adesso a non abbassare la guardia e ad insistere nelle misure di rafforzamento dei servizi di intelligence in modo da ridurre ulteriormente il potenziale dei clan e la loro capacità di riprodursi. Per evitare tutto ciò – ha ribadito il presidente della Provincia – serve accompagnare alla repressione una fase progettuale che rilanci, attraverso interventi di natura economica, le aspirazioni e le vocazioni del territorio”.

“La cattura del latitante Giuseppe Setola è veramente una bella notizia. – ha commentato l’onorevole Stefano Graziano, deputato casertano del Pd – Esprimo il mio vivo apprezzamento per l’eccellente risultato ottenuto grazie all’ottimo lavoro delle forze dell’Ordine e della magistratura. Si tratta – conclude Graziano – di un ulteriore tassello verso il ripristino della legalità in una provincia difficile, dove è necessario e importante far avvertire la presenza dello Stato”.

Anche il segretario provinciale del Partito Democratico Enzo Iodice che ha voluto congratularsi con le forze dell’ordine: “Mi congratulo con le forze dell’ordine per la tenacia e la capacità che hanno ancora una volta mostrato, portando a termine un’operazione fondamentale per sconfiggere il gruppo di fuoco del clan dei Casalesi. Oggi la camorra ha subito un colpo durissimo, così ci auguriamo che lo Stato riesca a porre fine alla stagione del terrore che il territorio casertano sta vivendo da mesi. Il Pd provinciale – incalza il segretario – in piena intesa con i vertici nazionali è impegnato in prima fila per affermare una nuova cultura della legalità in un territorio di frontiera, ma chiediamo al Governo di garantire interventi che vadano oltre l’invio dell’esercito e non siano emergenziali, ma sistematici. Occorre da un lato assicurare condizioni di lavoro adeguate alle forze dell’ordine e ai magistrati e dall’altro creare occasioni di sviluppo per la provincia di Caserta. Solo così – conclude Iodice – i successi investigativi possono costituire la premessa sostanziale per liberare Terra di Lavoro dalla camorra”.

“Esprimo la più viva soddisfazione per la brillante azione condotta dai carabinieri di Caserta, guidati dal colonnello Carmelo Burgio, del latitante e pericoloso killer della camorra casalese Giuseppe Setola. – ha dichiarato il Coordinatore regionale di An-Pdl per la Campania, Mario LandolfiUn ringraziamento va a tutte le forze dell’ordine ed agli inquirenti che quotidianamente conducono una dura battaglia contro la criminalità organizzata. Questo risultato costituisce un ulteriore successo delle istituzioni e quindi del governo nazionale che ha fatto capire fin dal primo momento di voler estirpare la mala pianta della camorra e di ripristinare la forza e l’autorità dello Stato”.

Dopo l’arresto del superlatitante Giuseppe Setola, l’avvocato Giorgio Magliocca esprime parole di elogio per l’operazione svoltasi questa mattina e portata a termine nel migliore dei modi grazie all’impegno e alla determinazione delle forza dell’ordine. “L’arresto dello spietato latitante Giuseppe Setola, esalta l’azione di intelligence delle forze dell’ordine casertane ed in particolar modo dei Carabinieri coordinati dal Comandante Provinciale, Col. Carmelo Burgio. Questo importante successo, che è stato un duro colpo per la malavita organizzata però, non deve essere un momento di arrivo ma bensì un punto di partenza per la lotta alla camorra per la parte sana ed onesta della società civile casertana. Fortunatamente siamo la stragrande maggioranza”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico