Caserta

Coordinamento Associazioni Casertane: nuovo direttivo

Coordinamento Associazioni CasertaneCASERTA. Insediato il nuovo Consiglio Direttivo del Coordinamento delle Associazioni Casertane per il triennio 2009-2011, così costituito: Anna Giordano presidente, Corrado Caiola vicepresidente e rapporti con l’Università, …

Marcello Natale vicepresidente e comunicazione, Rosanna Zitelli segretaria e tesoriera, Aldo Assirelli e Carlo Iacone rapporti con le istituzioni, Vincenzo Battarra salute, igiene ambientale, cultura e arte, Rosa Carafa problemi e aspetti del territorio, Mario Giardinetto problemi e aspetti giuridici.

Fissate anche le linee programmatiche per il triennio, che saranno illustrate all’assemblea di martedì 3 febbraio, ore 18-20, presso il Circolo Nazionale di Caserta. In piena continuità con il precedente triennio il nuovo Consiglio Direttivo ha ripreso subito in esame la situazione della raccolta differenziata a Caserta sia per quanto riguarda i problemi legati alla salute dei cittadini sia per il meccanismo di premialità che deve essere attuato al più presto.

Ha evidenziato, altresì, come, a seguito delle pressioni esercitate sull’Amministrazione Comunale, ma soprattutto dalla lettura dei due documenti amministrativi (sembra accertata anche l’esistenza di un terzo, quello sulle modalità attuative), con cui il Comune ha affidato il servizio alla Saba, sia venuta fuori una grande discordanza tra il punto 5 dell’ordinanza numero 40 sottoscritta dal Sindaco il 18 dicembre scorso e l’articolo 21 del capitolato speciale d’appalto. Infatti, il punto 5 della suddetta ordinanza dispone che “la custodia, la tenuta e il lavaggio periodico dei contenitori siano effettuati da tutte le utenze domestiche e non”.

Invece, l’articolo 21 del capitolato speciale e l’articolo 5 del contratto di affidamento in appalto dispongono che “la fornitura, il lavaggio (interno e esterno), la disinfezione, la manutenzione e la sostituzione dei contenitori ubicati agli interni degli spazi condominiali è a totale carico della ditta appaltatrice…”.

Il Coordinamento chiede che l’Amministrazione Comunale traduca in una successiva e tempestiva ordinanza sindacale l’impegno assunto soltanto verbalmente in seguito a pregresse sollecitazioni, che modifichi il punto 5 dell’ordinanza del 18.12.2008.

Intanto, è stato già redatto dal Coordinamento insieme al Wwf, che ne è componente e ne ha la specificità, un documento con proposte migliorative, che sarà presentato a breve nel corso di un incontro già richiesto all’Amministrazione con lettera indirizzata al sindaco Petteruti e all’assessore Del Rosso e protocollata in data 26 gennaio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico