Carinaro

Shoah, gli alunni cantano Agnese Ginocchio

 CARINARO. La Scuola Media Statale “Petrarca” di Carinaro, diretta dal preside Andrea Izzo, ha commemorato la Shoah in una manifestazione memorabile.

Gli alunni, coordinati dalla professoressa Nicoletta Gentile, referente del progetto “Storia e Memoria”, hanno presentato i lavori svolti sul tema dello sterminio del popolo ebraico, con dipinti esposti sulle pareti dell’auditorium scolastico e toccanti poesie da loro stessi composte.

 Al centro dell’auditorium, invece, é stato collocato un dipinto sul quale si ergeva in grande la parola Pace, che ha fatto da sfondo alla manifestazione che ha visto la partecipazione straordinaria dell’Ambasciatrice internazionale per la Pace Agnese Ginocchio.

Il coro della scuola, costituito dalle classi 2C e 3B, sotto la direzione del maestro Giovanni De Paola, ha fatto una sorpresa, eseguendo il brano “Shalom Auschwitz” composto proprio dalla cantautrice Ginocchio. Grande é stato lo stupore della testimonial della Pace che, assistendo in diretta e da spettatrice all’esecuzione del brano, ha espresso le più vive congratulazioni al maestro De Paola e al coro sia per l’interpretazione che per l’esecuzione. Scroscianti applausi di consenso al coro sono trasaliti anche da parte dell’intera platea. Si é parlato di Pace, di guerre nel mondo, di ingiustizie e di diritti umani violati. Agnese Ginocchio ha ricordato in particolare il massacro appena consumatosi in Palestina, le migliaia di vittime innocenti e i bambini uccisi nell’efferata strage.

 “Mai più guerra. mai più Shoah nel mondo! L’impegno per noi tutti é quello di essere costruttori di Pace e di Speranza – ha riferito Ginocchio alle diverse domande postegli dagli allievi della scuola – Questa é l’unica strada che ci resta per riportare nel mondo Giustizia e Diritti umani per tutti. La Pace é l’unica strada ed é la vera soluzione come la vera educazione civica del futuro; Ella é l’anima che da anima ai nostri Sogni. Diamoci e datevi da fare giovani”.

Sono seguiti forti applausi. Alla solenne cerimonia aperta con il saluto del dirigente scolastico Izzo, erano presenti il sindaco di Carinaro Mario Masi, l’Assessore all’Istruzione Domenico Barbato ed il comandante della polizia municipale Giovanni Zampella.

Al termine il dirigente scolastico, in segno di ringraziamento per l’importante contributo apportato alla manifestazione, ha fatto omaggio alla testimonial della Pace di una Targa in argento in Memoria della Giornata della Shoah 2009. A seguire la deposizione della Targa in ceramica sul “Muro della Memoria” allestito nello spazio antistante all’ingresso scolastico sulla quale é stata riportata la celebre scritta: “Il sonno della ragione genera mostri (F. Goye)”.

 La celebrazione della Giornata della Memoria é terminata il giorno 28 gennaio presso la sala consiliare del Comune di Carinaro dove, alla presenza del Sindaco e dell’intera amministrazione comunale, si é insediato il nuovo Consiglio Comunale dei Ragazzi. A seguire sia il consiglio “senior” che quello “junior” hanno approvato un documento congiunto sulla “Shoah” inviato al Prefetto di Caserta Ezio Monaco e al Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nei prossimi giorni si svolgerà la Cerimonia di Consegna degli “Attestati di Merito” al Dirigente scolastico Izzo, ai docenti Gentile e De Paola, al sindaco e all’assessore all’Istruzione, da parte dell’Ambasciatrice per la Pace Agnese Ginocchio. Carinaro è la città che ha dato i natali all’attuale Arcivescovo di Napoli Crescenzio Sepe, il quale ha svolto i suoi studi proprio nella “Petrarca”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico