Capua - Grazzanise - Vitulazio - Camigliano - Pastorano - S.Maria la Fossa

Fiaccola in memoria di Salvatore Nuvoletta

Salvatore NuvolettaGRAZZANISE. E’ stata accesa oggi nella scuola media “Filippo Gravante” di Grazzanise, in ricordo del carabiniere ventenne ucciso dalla camorra nel 1982, Salvatore Nuvoletta, la seconda fiaccola della memoria (la prima già arde a San Marcellino per Angelo Riccardi).

A dare il benvenuto ai familiari del militare che, fino alla sua morte, avvenuta all’età di venti anni, fu in servizio alla caserma dei carabinieri di Casal di Principe, la dirigente scolastica Itala Sterpetti. “Il coraggio di denunciare le illegalità – ha affermato Sterpetta – ci deve venire anche dal sacrificio di quanti hanno dato la vita per una società migliore”. Toccante l’intervento di Gennaro Nuvoletta, fratello della vittima. “Da anni – ha detto – incontro i ragazzi per raccontare la storia di Salvatore, affinchè il suo sacrificio possa essere trasformato in incitazione per preservarci dalle negatività e per dire no con fermezza alla mafie e ad ogni forma di criminalità”. “Questo tipo di testimonianze – ha sostenuto il parroco don Francesco Monticelli, presente alla cerimonia commemorativa – valgono più di mille prediche. Si tratta di una vera e propria opera di evangelizzazione”. L’incontro con gli studenti si è trasformato anche in occasione per annunciare l’imminente inaugurazione – in programma per il prossimo sabato – del presidio di Libera Grazzanise (presente oggi con Ivana Bertone). La fiaccola della memoria, promossa dal Comitato Don Diana e da Libera Caserta, rientra nel percorso di avvicinamento alla Giornata Nazionale della memoria e dell’impegno, che si terrà in Campania (tra Casal di Principe e Napoli) dal 19 al 21 marzo in ricordo di tutte le vittime innocenti di mafie.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico