Campania

Vico Equense, frane: città in stato d’allarme

La nuova frana allo ScrajoVICO EQUENSE. Il pericolo frane aumenta. La città è in stato di allarme a seguito delle numerose frane che stanno interessando il territorio.

I crolli delle ultime ore si sono verificatipresso la località Bikini e allo Scrajo, area già soggetta a smottamenti durante i giorni scorsi. Le incessanti piogge che, come comunicato dalla protezione civile, continueranno fino a domani, potrebbero peggiorare ancora di più la situazione. Al Bikini stamattina un masso si è staccato dal costone calcareo sovrastante la statale sorrentina 145 ed è stato bloccato dalla barriera di protezione posizionata in quell’area. Ieri, invece, allo Scrajo, nel luogo già interessato dalla frana di mercoledì scorso, una colata di fango è scesa fino alla strada intasando i canali di scolo mentre, sul vertice del cavalcavia Anas, un masso di argilla compatta si è fermato in posizione molto pericolosa.

“E’ l’ennesima frana che si verifica sempre nella stessa zona – afferma il sindaco Gennaro Cinque – in prossimità della galleria di Seiano. Rinnovo la mia richiesta di convovare un tavolo tecnico in prefettura. Ho già detto che ci sono precise responsabilità da parte dell’Anas per i lavori fatti in occasione della realizzazione del tunnel più di trenta anni fa e che è compito della stessa Anas risolvere il problema che pone seri rischi, sia per quanto riguarda la viabilità, sia la sicurezza pubblica. Le aree più critiche sono quelle in cui l’Anas ha realizzato interventi che non ha completato. Ora, mi continuo a chiedere: non sarebbe il caso di utilizzare la chiusura del tunnel per mettere in sicurezza la zona? Pertanto, diventa sempre più urgente un incontro con tutti i soggetti preposti, Anas e Protezione civile in testa, presso la Prefettura per trovare una soluzione definitiva”.

E’ dello stesso avviso l’assessore alla viabilità Giuseppe Russo. “E’ in pericolo la sicurezza dei cittadini – afferma l’assessore – e non possiamo stare a guardare. E’ necessaria una conferenza di servizio in cui poter discutere dell’argomento con i soggetti coinvolti e prendere decisioni che diventino immediatamente operative. Attualmente è rischioso attraversare quell’area”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico