Campania

Vico Equense: ancora una frana, stavolta in località Ponte Seiano

la frana a Ponte SeianoVICO EQUENSE. Un altro evento franoso ha interessato il territorio appartenente al Comune di Vico Equense. E’ accaduto ieri sera, nell’area posta a monte della Strada Statale 145 in località Ponte di Seiano.

Si tratta di uno smottamento con conseguente interessamento del sottostante svincolo della galleria Anas, imbocco lato Seiano, in uscita verso Vico Equense, nonché parte della carreggiata del sottopasso Anas che consente l’uscita dei veicoli dalla Penisola Sorrentina. Sul luogo si sono recati Gennaro Cinque, sindaco di Vico Equense, Catello Arpino, servizio urbanistica, Salvatore D’Iorio, ufficio di Protezione civile, Antonio Malafronte, settore provinciale del Genio civile di Napoli, Catello Esposito, Autorità di bacino del Sarno e il personale Anas che ha provveduto a transennare sia lo svincolo che parte della strada. Gran parte della massa di detriti staccatasi dalla parte alta del costone risulta attualmente accumulata su una piccola balza posta nella zona superiore del ciglio del costone, costituendo potenziale pericolo per la sottostante sede stradale, ivi incluso il sottopasso di uscita dalla Penisola Sorrentina. Solo la presenza di una recinzione metallica posta a valle del costone interessato dallo smottamento ha evitato, smorzando la corsa del materiale franato, problemi ben più seri sul sottostante sottopasso.

“Due eventi franosi in tre giorni – afferma il sindaco Gennaro Cinque – e nella stessa zona, ossia nei pressi della Galleria di Seiano. E’ troppo. L’Amministrazione comunale ha segnalato più volte negli anni scorsi la presenza di episodi di dissesto lungo la SS. 145 evidenziando la necessità di interventi risolutivi ma nulla è stato fatto. Ora è il momento di agire, non si può aspettare ancora. Chiedo urgentemente un incontro con Anas e Protezione Civile per risolvere definitivamente il problema”. Attualmente, vista la chiusura per lavori della galleria di Seiano, l’intero traffico da e per la Penisola Sorrentina procede, a doppio senso di circolazione, al di sotto dell’area oggetto di dissesto.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico