Campania

Uso illegittimo degli Autovelox, Fi presenta proposta di legge

Paolo RomanoNAPOLI. “Le numerose segnalazioni pervenuteci e le nostre verifiche ci dicono che nella stragrande maggioranza dei casi l’installazione e l’utilizzo delle apparecchiature per il controllo della velocità dei veicoli sulle nostre strade è impropria se non, a volte, come dimostra l’esito dei tantissimi ricorsi vinti dagli automobilisti, illegittimo.

Ed è un fatto inequivocabile che i cittadini percepiscono gli autovelox non per quello che prevede la legge, cioè uno strumento di prevenzione degli incidenti stradali e di educazione alla guida corretta, ma un sistema furbesco utilizzato dagli amministratori locali per fare cassa, per sistemare bilanci esanimi”.

Così il capogruppo di Forza Italia al Consiglio regionale della Campania Paolo Romano (nella foto), primo firmatario di una proposta di legge regionale per la regolamentazione e l’uso degli autovelox sulle strade campane illustrata oggi a Napoli nel corso di una conferenza stampa svoltasi nella sede del Gruppo, presenti i consiglieri regionali di Forza Italia Roberto Castelluccio, Pasquale Marrazzo, Fulvio Martusciello e Giuseppe Sagliocco. La proposta di legge verrà depositata oggi per essere trasmessa alla competente commissione consiliare che avrà 60 giorni di tempo per l’esame. I consiglieri di Forza Italia hanno annunciato che qualora si rendesse necessario la proporranno direttamente in Aula ai sensi dell’articolo 59 del regolamento del Consiglio Regionale.

“Appare ad esempio davvero inopportuno

– ha spiegato Romano – che ad un automobilista gli si infligga una multa di 150 euro perché ha superato il limite di velocità di appena tre chilometri orari. Oppure che queste apparecchiature vengano mimetizzate tra gli alberi o agganciate ai pali della luce quasi a voler ‘sorprendere’ l’automobilista ignaro o distratto. Oppure che manchi del tutto la preventiva segnaletica luminosa così come prescritto per legge. Non è giusto che mentre da un lato il governo si preoccupa, attraverso mille strumenti, non ultima la social card, di rendere meno intollerabili le difficoltà di fine mese dei cittadini, gli stessi si vedano poi vessare a livello locale da quello che appare quasi un balzello extra con cui fare i conti e peraltro in un ben noto momento di difficoltà congiunturale”.

“In questo senso, oltre ad aver previsto una compiuta regolamentazione, peraltro chiarificatrice delle norme di legge sull’installazione e l’utilizzo di queste apparecchiature di rilevazione, – ha spiegato Romano – abbiamo anche messo a punto, anche guardando all’esperienza della Regione Toscana, degli schemi di Protocollo di Intesa per arrivare, attraverso la sottoscrizione più ampia possibile da parte delle Province e dei comuni campani ad un uso coerente ed omogeneo, oltre che corretto, degli autovelox stanziali e mobili in tutta la Campania”.

“Questa proposta – ha aggiunto il consigliere Marrazzo – si preoccupa anche di un altro aspetto non secondario: se è vero che gli autovelox devono esercitare la loro funzione in una logica di prevenzione degli incidenti stradali, è giusto che i proventi delle relative sanzioni vengano destinati in buona parte a questo scopo”.

Romano ha annunciato la presentazione a breve di una proposta di legge regionale per la disciplina dei parcheggi a pagamento e liberi. “Il nostro ordinamento prevede che a fronte di un certo numero di parcheggi a raso, quelli contrassegnati dalle cosiddette strisce blu a pagamento, ve ne sia una determinata percentuale deputata alla sosta libera, cioè gratis. Nella stragrande maggioranza delle realtà campane, secondo quanto abbiamo potuto appurare, queste percentuali non vengono rispettate mentre le strisce blu occupano praticamente la totalità degli spazi disponibili. In questo senso l’intervento del legislatore regionale appare più che opportuno”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico