Campania

Per il 2009 trenta chilometri di costa non balnebili

 CASERTA. La Giunta Regionale della Campania, con un certo anticipo rispetto al passato, al fine di adeguarsi alla nuova normativa europea, nella sua seduta del 31 dicembre scorso ha individuato le zone idonee e non idonee alla balneazione per la stagione estiva 2009.

Il tutto viene quindi pubblicato sul Burc n. 4 del 26 gennaio 2009 per buona pace del popolo dei bagnanti estivi. Inutile dire che il dettagliato argomentato della Regione è carente forse della cosa più importante e cioè del perché le varie zone costiere sono vietate alla balneazione, si parla infatti di un generico art. 7 che vieta la balneazione, ma non vi è supporto di dati di laboratorio alcuno. Per la costa casertana c’è un relativo miglioramento rispetto al 2008, ma la situazione resta gravissima.

Punti di prelievo e denominazione della zona non balneabile anno 2009.

Sessa Aurunca – da Fiume Garigliano, Lido La Foce metri 1693

Cellole – Lido La Vela, Baia Felice m.2173

Cellole – S.Limato m. 722

Mondragone – Rose Rosse, Fiume Savone, Papete Stercolilli, Villaggio Europa m. 4611

Castelvolturno – Fiume Agnena, Lido Cristal m. 1858

Castelvolturno – Lido Luise, Foce Fiume Volturno, 1000 m. ss fiume Volturno, Lido Bikini, Lido Costa Azzurra, Lido Scalzone, Villaggio Agricolo (Km.33.500), Lido Milanese (Km.34.500) – metri 8.940

Castelvolturno – Pineta Mare, Pineta Mare (Km.37,500), Pineta Mare (Km.38,500), Lido Le Ninfe, Lido Turistico, Lido Favorita, Lido Airone, Lido Patria, Lido Roma, Lido Azzurro, Lido Sibilla – metri 9.616

Totale metri non balneabili provincia di Caserta = 29.613

Naturalmente la situazione non va certo meglio nella vicina provincia di Napoli, dove a partire da Giugliano tra i Lidi Sabbia d’Argento e Varca d’Oro, Guardia di Finanza e Smeraldo, Ancore e Nato Beach, Lido Blu e Lido PPTT si contano altri 2.456 metri di non balneabilità.

L’intera provincia di Napoli ha ben 38.087 metri di mare non balneabile.

Al momento si salva la provincia di Salerno che eccetto la zona di Pontecagnano (Foce Asa, Lido Spineta) dove “vanta” ben 4092 metri non balneabili, ha solo piccoli tratti di non balneabilità per complessivi 14.805 metri vietati, su di un litorale molto più lungo di quelli di Caserta e Napoli.

Cosa potranno mai fare ora i sindaci dei comuni individuati, anche in considerazione del fatto che ora la palla in parte passa a loro? Risposta difficile, anche se basterà fare quello fatto insieme da Regione, Provincia e stessi Comuni per il 2008, cioè nulla, per avere lo stesso risultato anche nel 2010.

Su tutto la tristezza che una regione di mare ancora una volta dovrà andare a comprarsi il mare pulito altrove.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico