Napoli Prov.

La Padania si interessa di Castellammare

Antonio Sicignano CASTELLAMMARE DI STABIA. La cittadina stabiese finisce al centro delle attenzioni del popolo padano. Accade sul quotidiano “Il Padano”, una testata giornalistica quotidiana lombarda, …

… visibile anche on line (www.ilpadano.com), diretta da Giulio Ferrari, ex giornalista de “La Padania” e già direttore di vari periodici, dove la città di Castellammare diventa un metro di paragone negativo. L’occasione è una intervista ad Alessandra Consonni, capogruppo leghista al consiglio comunale di Ballabio, in provincia di Lecco, sul tema delle consulenze erogate dalle amministrazioni comunali. «Quante cose hanno in comune – recita l’articolo a firma di Elsa Franscini del 14 gennaio 2009 – un paesino italiano del golfo di Napoli e il comune di Ballabio, amena località padana della Valsassina, nel Lecchese? Una di sicuro: la corte dei “preferiti” del sindaco, cioè i professionisti che, a insindacabile giudizio del primo cittadino, vengono investiti di incarichi di consulenza. Una prassi eticamente discutibile, un’autentica piaga per la finanza pubblica che accomuna diverse amministrazioni italiane e padane. Almeno quelle dove l’arroganza è di casa e dove, nonostante le esortazioni dell’opposizione, le giunte fuggono come la peste bandi e pubbliche selezioni e persino la rotazione dei professionisti, assegnando remunerativi incarichi esterni ai soliti preferiti dal sindaco”. Ed ancora si domanda la giornalista: «Consigliere Consonni, in fatto di consulenze calate dall’alto la valsassinese Ballabio resta al livello di Castellammare di Stabia?». «Purtroppo è così», risponde la consigliera leghista. Intanto, per Antonio Sicignano (nella foto), vicepresidente dei Circoli della Libertà della Campania e presidente del circolo stabiese, «la vicenda è sintomatica dell’immagine negativa che questa amministrazione comunale sta regalando alla città. Basti pensare – conclude Sicignano – che un tempo eravamo rinomati per l’ “amenità dei luoghi”, ora lo siamo per la cattiva amministrazione».

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico