Campania

Appalti, Romano: “Attenzione anche a gare di piccoli importi”

Paolo RomanoNAPOLI. “Lo sappiamo tutti: c’è qualcosa che non va nel sistema di controllo delle imprese ammesse agli appalti pubblici e l’istituzione della Stazione Unica Appaltante presso le Prefetture campane è più che urgente”.

Lo afferma il presidente del Gruppo di Forza Italia in Consiglio regionale della Campania Paolo Romano. “Tuttavia, – continua Romano – io andrei oltre, ed estenderei ipotesi analoghe anche, laddove possibile, agli appalti pubblici per opere di importo inferiore ai 250mila euro. Opere oggi all’ordine del giorno di tantissime amministrazioni locali, di centrosinistra come di centrodestra, lavori spesso attribuiti in affidamento diretto o attraverso contratti a progetto che vedono, magari a rotazione, sempre le stesse ditte aggiudicarseli. Parliamo di bandi di gara di importi forse non eclatanti ma sui quali, riteniamo, non si presta la dovuta attenzione. Bandi che negli ultimi anni hanno conosciuto una diffusione straordinaria tanto da drenare, complessivamente, cifre da capogiro. E’ anche su questo fronte spesso dimenticato, insomma, che bisognerebbe alzare la guardia ipotizzando, perché no, anche un ritorno al passato allorquando le gare pubbliche erano davvero aperte e non, come accade oggi, riservate nei fatti alle solite quattro o cinque aziende. Il fatto che oggi molte imprese preferiscono non partecipare affatto alle gare degli enti perché sostanzialmente certe di essere escluse, dovrebbe suggerire un deciso intervento di tutti coloro che a vario titolo sarebbero chiamati, per ruolo o funzione, ad occuparsene: dal legislatore al magistrato, dal Prefetto alle associazioni di categoria. Dovendo nei prossimi giorni incontrare il Prefetto di Caserta per illustrargli il progetto di legge regionale sugli autovelox che abbiamo depositato la settimana scorsa in Consiglio regionale, mi farò parte diligente della questione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico