Aversa

Via Archeologia-Atellana, residenti continuano a lamentare disagi

 AVERSA. Quattro mesi fa avevano inviato una petizione, con oltre cento firme, per sollecitare interventi di messa in sicurezza della zona.

Il comitato di cittadini di via dell’Archeologia e via Atellana – periferia residenziale ai confini con Gricignano – chiedeva l’installazione di un impianto semaforico, a tutela dell’incolumità dei residenti, la predisposizione di una adeguata segnaletica orizzontale e verticale per pedoni ed automobilisti e la presenza dei vigili urbani.

“A distanza di mesi – spiega uno dei componenti del comitato, Gennaro Errichiellonulla è accaduto. La nostra richiesta è rimasta inevasa, caduta nel vuoto. Eppure i problemi sono plateali, sotto gli occhi di tutti. Praticamente con cadenza quotidiana, si verificano incidenti stradali, riconducibili, nella quasi totalità dei casi, all’alta velocità delle automobili. Non ci sono demarcazioni delle corsie di marcia. Non ci sono dissuasori di velocità. Non ci sono semafori. Siamo dimenticati e ghettizzati”. Eppure nella zona esistono due popolosi istituti scolastici di secondo grado, l’Itis ‘Alessandro Volta’ e l’Itc ‘Alfonso Gallo’. “Ma – continua Errichiello – di vigili urbani neanche l’ombra. Nelle ore di punta, di entrata e uscita da scuola, il traffico si paralizza”. Il quartiere – più di mille residenti, in tutto – inoltre, ancora non può usufruire della rete del gas metano, a più di cinque anni di distanza dalla sua inaugurazione ufficiale, a causa di problemi di attraversamento dei binari della stazione ferroviaria. “Viviamo – dice ancora Errichiello – ogni giorno con l’incubo di furti, scippi e rapine. La totale assenza di controllo del territorio rende semplice la vita dei malintenzionati. Siamo, insomma, il bancomat della città”. Il comitato cittadino, questa settimana, protocollerà una nuova richiesta per lamentare i disagi della zona. La periferia è, da tempo, nell’agenda politica dell’amministrazione comunale.

Tanto da meritare una delega specifica. “È difficile lavorare – ammette il consigliere competente Adolfo Gigliose non c’è un bilancio approvato. Senza soldi a disposizione, è impossibile elaborare e realizzare progetti per migliorare la vivibilità delle periferie”. “Non conosco la petizione. – ammette l’assessore alla viabilità Luigi Della ValleMa sicuramente si troverà il modo di risolvere i problemi lamentati dai residenti. Si potrebbe pensare, ad esempio, di creare una rotonda per canalizzare il traffico veicolare. Per quanto riguarda, invece, l’attività di controllo dei vigili urbani, non è possibile, con l’attuale organico, garantire una presenza capillare sul territorio”.

Unica nota positiva, l’inaugurazione, a breve, di un’area verde attrezzata, nata dalla riqualificazione di uno standard comunale abbandonato. Un po’ di respiro tra tanti disagi.

da “Il Mattino” (di Enza Picone)

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico