Aversa

Orabona ricomincia dal web con “Aversa punto e a capo”

Isidoro OrabonaAVERSA. La politica passa per internet. Nasce da oggi sul portale più gettonato al mondo, Facebook, un gruppo tutto aversano, “Aversa punto e a capo”.

Ideatore nientemeno che l’ex presidente dell’ex consorzio GeoEco Isidoro Orabona. Insomma, siamo ancora lontani dall’era delle consultazioni elettorali cittadine e già tanti gruppi della società civile tentano di costituire un supporto non politico alla stessa politica. Nasce “Per Rabbia e Frustrazione”, di chiaro stampo di centrosinistra, nasce “Aversa punto e a capo”, fortemente voluta da un ex amico del sindaco Domenico Ciaramella.

“Il futuro ci appartiene. – ha dichiarato il commercialista Orabona – e di certo non può essere trascurato. Nasce un gruppo che vuol migliorare e migliorarsi, destinato a persone che non hanno pregiudizi di specie”. Sembra che dietro al neo gruppo si nascondano tanti vecchi amici allontanati dalla corrente Giuliano-Ciaramella per dirigersi verso l’asse Sagliocco-Orabona.

Simpatica osservazione va fatta invece per il gruppo “Per Rabbia e Frustrazione”: qualche giorno fa un cittadino bravo con gli anagrammi ha evidenziato che il nome del movimento civico deriverebbe da quello dell’ex sindaco Raffaele Ferrara.

Comunque, la scissione in atto non gioverà agli equilibri stabili del centrodestra, e di sicuro questo non avverrà proprio in considerazione della nomina di un nuovo papabile alla carica di primo cittadino. Che dir si voglia, la campagna elettorale è già cominciata. Con due anni e mezzo di anticipo.

You must be logged in to post a comment Login

News Recenti

Twitter

Roma, studente bocciato: il padre picchia docente di Aversa e tenta di strozzarlo - https://t.co/wUeYKqoOIX

"EsplorAversa Giocando", il primo gioco di società vivente con i bambini del 'Rousseau' - https://t.co/aanaIQPR7W

Frode informatica, il Tribunale di Napoli Nord assolve un uomo di Arzano - https://t.co/j6Az4WDyKc

Aversa, lutto nella parrocchia di Santa Teresa: muore la sorella di don Ferdinando Piatto - https://t.co/vbInbdcwzd

Condividi con un amico