Aversa

Il Partito Pensionati in fase di espansione territoriale

Una manifestazione del Partito Pensionati AVERSA. Il Partito Pensionati è in fase di organizzazione e di espansione in tutta la provincia di Caserta.

Ad Aversa vi è un direttivo già attivo da tempo, composto dal segretario cittadino Cipriano Russo, Gaetano Buffardo, Delio Pepino, Nicola Turco, Ernesto Lettieri, Michele Giugliano, Mario Iorio e dai rappresentanti del movimento giovanile coordinato da Fortunato Marzano.

Ora il partito, anche in prospettiva degli appuntamenti elettorali di giugno per le Europee e Amministrative, invita tutti i simpatizzanti ad aderire, contattando il fiduciario regionale Giorgio Galiero, al numero 339.3374414. “Siamo un partito prettamente a sfondo sociale e, di conseguenza, con lo sguardo rivolto ai giovani, alle famiglie e, ovviamente, alla tutela dei diritti del pensionato”, spiega Galiero.

Il partito, fondato a Milano nel 1987, è guidato a livello nazionale da Carlo Fatuzzo, eletto europarlamentare alle europpe del 2004, quando i Pensionati riscossero l’1,1% in Italia.

I principali obiettivi del partito sono: dare ai lavoratori la possibilità di trattenere i propri contributi in busta paga; portare a 1000 euro tutte le pensioni al minimo; agganciare al costo della vita tutte le pensioni, i salari e gli stipendi; nessuna addizionale Irpef per i pensionati; badanti a carico della Regione per gli invalidi con accompagnamento; nessun canone tv per gli ultra sessantacinquenni; controllo dei prezzi sui generi di prima necessità: pane , pasta , olio e latte; l’abolizione del cumulo di reddito fra coniugi per le pensioni dirette; portare al 100% la pensione di reversibilità del coniuge defunto (attualmente è al 60 %); ottenere un rimborso dei contributi per chi non arriva all’età pensionabile; case di riposo dignitose e in numero sufficiente da istituire nei comuni; abolire la lunga tempistica di attesa per le visite ospedaliere; dare contributi alle associazioni di anziani e pensionati e alle università libere della terza età.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico