Aversa

Diana: “No a giudizi sommari sul Pd”

Gennaro DianaAVERSA. “Stiamo elaborando un documento programmatico per un modello amministrativo e di governo della città di Aversa alternativo a quello dell’amministrazione Ciaramella”.

Ad annunciarlo Gennaro Diana, coordinatore della segreteria aversana del Partito Democratico.

“Proporremo – continua Diana – una soluzione adeguata relativamente alle varie questioni che toccano e riguardano la città: urbanistica, ambiente, mobilità e trasporti, commercio, viabilità, sviluppo e attività produttive, sicurezza e legalità,politiche sociali. Insomma credo sia giunto il momento di restituire ad Aversa una funzione indiscussa di città capofila dell’intero agro aversano e questo è possibile solo attraverso un rilancio amministrativo adeguato che dia un’immagine diversa rispetto a quella attuale. E’ sotto gli occhi di tutti i cittadini il degrado e l’invivibilità cui si assiste. Purtroppo le scelte di questa amministrazione si stanno rivelando completamente sbagliate e infelici e in alcuni casi c’è da restare molto sconcertati come è accaduto per la bocciatura del Siad da parte della Regione perché non conforme al piano regolatore se si pensa che Aversa è l’unico comune della provincia di Caserta a non essere dotato del piano di commercio”.

Secondo Diana, “il Pd ha il dovere politico a tutti gli effetti di guidare la coalizione di centrosinistra”, contestando coloro che “gettano discredito all’operato del partito in maniera faziosa”. Qui il riferimento è al segretario dei Comunisti Italiani, Marco Monica. “Monica – afferma Diana – dovrebbe riflettere sulla difficoltà che il suo e altri partiti della cosiddetta sinistra hanno riscontrato nel conseguimento dei consensi elettorali in occasione delle ultime elezioni politiche. Né tantomeno è accettabile che si venga a sindacare la dialettica interna di un grande partito, il Pd, all’interno del quale è fisiologico un dibattito caratterizzato da un pluralismo di idee, vera ricchezza di questo nuovo soggetto politico”.

Quanto ad una presunta assente azione di opposizione del Pd in Consiglio comunale, il coordinatore aversano ricorda che “sebbene ridotti ad una minima ma valida rappresentanza nella persona di Francesco Gatto, siamo stati gli unici ad aver espresso voto contrario alla delibera di affidamento esterno del servizio di igiene urbana diversamente dai consiglieri di altri partiti di minoranza, i cui segretari ci accusano addirittura di inerzia politica”. “Per questa ragione – conclude Diana – diciamo ‘No’ ai giudizi sommari e invitiamo tutti i partiti che si richiamano alla nostra coalizione al massimo senso di responsabilità politica”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico