Torre del Greco

“Giorno della Memoria” a Sparanise

Stele del campo di concentramentoSPARANISE. Una giornata della memoria per ricordare ai distratti (e sono tanti) il campo di concentramento tedesco di Sparanise.

Un campo dove sono passati migliaia di deportati, dal Casertano e dal Napoletano, molti dei quali di passaggio prima di essere inviati ai campi di lavoro in Germania. E’ il caso di Giovanni Desiderio di Castellammare di Stabia, deportato a Dachau, del Generale Alfonso Cascone di Pompei, del prof. Giuseppe Spera di Sarno, di Padre Gaspare Tessarolo di Napoli, dei presidi Gabriele Perillo di Ponticelli e Mariano Paolozzi di Giugliano, del prof. Antonio Zannini di Carinola, di Alfonso Lombardi di Caserta, di Vincenzo D’Urzo e Giovanni Boccardi di Torre del Greco e di Ciro Cirillo, ex Presidente della Regione Campania, tutti deportati nel campo di concentramento sparanisano. Un campo, nato il 14 settembre 1943, su un deposito militare italiano costruito tre anni prima, ma sequestrato dai tedeschi all’indomani dell’armistizio con lo scopo di radunare uomini per fortificare Cassino ed inviare i più validi ai campi di lavoro.

Sabato 20 dicembre, alle ore 11,30, il prof. Spera, il maresciallo Scialdone, Giovanni Desiderio, Ciro Cirillo ed altri deportati, daranno la loro testimonianza diretta sul campo di Sparanisano in un convegno, organizzato dall’Amministrazione comunale nell’aula consiliare.

Per l’occasione arriveranno a Sparanise anche il dott.Alessandro Mandara, figlio di Filippo Mandara, medico sparanisano deportato in Germania e diventato capo medico dell’ospedale di Dachau. E sarà inaugurato un pregevole munomento in pietra lavica del maestro Nicola Migliozzi.

La giornata della memoria inizierà alle ore 9.30 con il raduno dei gonfaloni, delle bande musicali e degli alunni delle scuole in Piazza Santa Caterina. Seguirà il corteo dei gonfaloni lungo Corso Matteotti, Via Ragazzino e Via C. Graziadei. Alle ore 11, poi è prevista l’inaugurazione del monumento in ricordo del Campo di concentramento sparanisano, nei giardini di Via Graziadei. Seguiranno, nella Palestra della scuola media, le testimonianze dei sopravvissuti e dei testimoni di quella triste pagine della nostra storia. Nel pomeriggio, poi, alle ore 17.30, nell’aula consiliare , aprirà una mostra a tema sul campo sparanisano del Maestro Migliozzi. Seguirà, alle ore 18.30, un convegno di studi che sarà introdotto dal presidente del Consiglio Comunale rag. Salvatore Fattore, e vi interverranno il prof. Pino Angelone, della Seconda università di Napoli, il prof. Paolo Mesolella, il prof. Gianni Cerchia dell’ Università del Molise, il dott. Nicola Ucciero, assessore provinciale alla Pubblica Istruzione, Amilcare Nozzolillo, assessore Provinciale, l’on. Massimo Grimaldi, Consigliere Regionale, il sen. Carlo Sarro, il presidente provinciale dell’ACNR Lepore Teodosio e i giornalisti dott. Ennio Severino e prof. Ernesto Perrone. Concluderà la manifestazione il sindaco avv. Salvatore Piccolo.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico