San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

Intervista a Vito Marotta, segretario cittadino del Pd

Vito MarottaSAN NICOLA LA STRADA. Al segretario della locale sezione cittadina del Pd, avvocato Vito Marotta, abbiamo chiesto un parere sull’attuale situazione politico amministrativa dell’attuale maggioranza, a cominciare dall’operato dell’esecutivo cittadino.

“E’ difficile – ha affermato Marotta – esprimere un giudizio senza apparire drammaticamente preoccupati, ma il tempo che vive la nostra città impone una riflessione seria”.

Proviamo a fare un esempio.

“Basta partire dalle emergenze, prima fra tutte quella dei rifiuti. Non c’è dubbio che il fallimento del servizio e le spese inutili dell’Unione dei Comuni ‘Calatia’ sono riconducibili ad una disastrosa gestione che si ostina a tenere in piedi un ente che, dopo il recesso del comune di San Marco Evangelista, assomiglia sempre più ad una scatola vuota. Paghiamo la bolletta più alta d’Italia e ci ritroviamo a dover ricorrere all’intervento dell’Esercito per vedere rimossi i nostri rifiuti dalle strade”.

Quale altro tema lo preoccupa?

“L’altro dato allarmante è il crescente indebitamento del nostro comune. Con troppa facilità si è fatto ricorso a mutui per realizzare opere spesso inutili che hanno solo ipotecato, ovviamente in negativo, il futuro economico di San Nicola”.

Quali sarebbero queste opere inutili?

“Basti pensare ai lavori di rifacimento della Piazza. Credo che nessun cittadino perdonerà agli amministratori in carica di aver distrutto un bene di tutti per realizzare un progetto orribile. Mi chiedo se l’assessore ai lavori pubblici Zampella abbia realmente compreso le conseguenze negative del suo operato”.

In questi ultimi giorni numerosi sono gli attacchi frontali a questa amministrazione. Lei condivide il parere di chi ritiene che ci sia una confusione tra interessi pubblici e privati?

“Troppi sono gli incarichi ed i benefici di cui godono figli, nipoti e familiari in genere. È un’offesa ai tanti giovani professionisti seri della nostra città. Bene ha fatto Rifondazione Comunista a denunciare pubblicamente alcuni di questi episodi. C’è una larghissima fetta dell’elettorato cittadino che vive passivamente la politica locale, sono tantissime le persone che non conoscono i dettagli della vita amministrativa”.

E cosa fa il Partito Democratico?

“Ci siamo concentrati nel trascinare in Consiglio comunale una mole di temi, presentando, con assiduità, interpellanze ed interrogazioni a risposta scritta. Ultima quella sulla raccolta differenziata che ha visto la condivisione unanime dell’intero consesso. Adesso, però, urge diffondere fuori dalla casa comunale, fuori dalla sede istituzionale, tutti i danni che questa maggioranza continua a produrre. Lo faremo certamente sui nuovi argomenti che stiamo approfondendo come le zone F9 e l’utilizzo dell’ingente ricavato derivante dalla vessazione degli automobilisti che percorrono il Viale Carlo III (chiara l’allusione ai photored ed agli autovelox, ndr.). Un importante quotidiano nazionale, in riferimento proprio a San Nicola La Strada, ha parlato di una vera e propria ‘trappola’ per gli automobilisti. Non a caso il Prefetto si accinge a scuotere i sindaci che pensano di poter fare cassa ricorrendo al Codice della Strada, che, invece, predica prevenzione”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico