San Nicola la Strada - San Marco Evangelista

“A farsi male a Capodanno i ragazzi non ci stanno”

 SAN NICOLA LA STRADA. Il sindaco Angelo Pascariello e il consigliere delegato al Nucleo Comunale di Protezione Civile, Domenico Russo, in occasione della prossima festività di fine anno, …

… invitano ancora una volta tutti i cittadini, giovani e meno giovani, a non fare un uso indiscriminato di petardi illeciti e seguire il monito della campagna di sensibilizzazione “A farsi male a Capodanno i ragazzi non ci stanno” che ogni anno l’Amministrazione Comunale mette in campo in collaborazione con il Nucleo Comunale di Protezione Civile coordinato da Ciro De Maio e giunta alla settima edizione.

 Da anni, ricordiamo, l’Amministrazione Comunale, in occasione delle festività di fine anno, realizza insieme ai Volontari del Nucleo Comunale di Protezione Civile, questa iniziativa che nel tempo ha contribuito, in modo consistente, a diminuire il numero dei feriti nel nostro territorio a causa dell’uso indiscriminato di petardi illeciti.

Il rischio di incidenti dall’uso inadeguato dei fuochi d’artificio è altissimo dopo il 31 dicembre, dei veri e propri ordigni inesplosi vengono rinvenuti per strada da ragazzi che inconsapevoli del grosso rischio, provano a farli esplodere. La campagna promossa dall’Amministrazione Comunale, proprio per questo motivo, si conclude il primo gennaio con la consueta “bonifica del territorio”.

 Alle ore quattro del primo gennaio viene attivata una procedura di allerta presso la sede della Protezione Civile con il seguente numero di emergenza 0823 452242 e una rete di collegamenti via radio tra squadre di volontari che, insieme alla Polizia Urbana, setacciano l’intero territorio alla ricerca di botti inesplosi e, quindi, pericolosissimi. Nel caso di ritrovamento i Volontari, che sono in continuo contatto con il sindaco Pascariello,avvertono la Questura di Caserta, il cui servizio è coordinato dal dottor Raffaele Persico, dirigente della Polizia Scientifica, che interviene con artificieri o vigili del fuoco per il disinnesco dei petardi. Il lavoro dei volontari continua con il pattugliamento del territorio per dissuadere eventuali ragazzi a raccogliere botti inesplosi, altro personale riceve eventuali telefonate di cittadini che segnalano la presenza dei petardi pericolosi.

L’attività dei volontari si prolunga sino alle ore 12.00, quando, tutti insieme, si ritrovano nella sede della Protezione Civile per il consueto brindisi di auguri, sperando di festeggiare ancora una volta l’assenza di incidenti provocati dall’uso inadeguato dei fuochi d’artificio.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico