Mondragone - Carinola - Falciano del Massico

Depuratore, Fi attacca Cennami e Bassolino

Achille CennamiMONDRAGONE. In relazione all’annullamento della gara di appalto-concorso per la progettazione esecutiva, la realizzazione nonché l’avvio della gestione comprensiva delle fasi di avviamento, …

… dell’esercizio sperimentale e dell’affiancamento alla gestione del nuovo impianto di depurazione del Comune di Mondragone regolarmente bandita e pubblicata lo scorso 18 agosto 2008 sul Bollettino Ufficiale della Regione Campania numero 33, interviene “Forza Italia verso il Popolo della Libertà”:

“Soltanto due compagni di sinistra come il Sindaco di Mondragone Achille Cennami ed il Presidente della Regione Campania Antonio Bassolino potevano letteralmente affondare il progetto del nuovo depuratore comunale di Mondragone.

Infatti, a causa dell’approssimazione della Regione Campania che non ha perfezionato gli atti amministrativi per ricevere il finanziamento pari a 15 milioni di euro dal Ministero dell’Ambiente, è stata bloccata la gara di appalto, per un importo pari a circa 21 milioni di euro, già in fase avanzata di espletamento.

Le speranze di una intera Comunità per un reale risanamento ambientale vengono tradite dalla superficialità di una sinistra che sia al governo regionale che a quello locale continua ad essere brava nel combinare soltanto disastri.

Nel pieno rispetto dei cittadini di Mondragone che, in tale opera, ripongono grande fiducia ed enorme speranza, ci chiediamo come mai il Sindaco Cennami, che spesso e volentieri frequenta gli uffici della Regione Campania, non sia stato solerte ed attento a sollecitare il Presidente Bassolino e l’Assessore Regionale Ganapini sul tema del nuovo depuratore, costringendo di fatto il Commissariato di Governo per le bonifiche e la tutela delle acque nella Regione Campania ad annullare la citata gara d’appalto.

L’on.le Mario Landolfi aveva riposto grande impegno, la precedente Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Ugo Conte aveva assicurato grande collaborazione, l’allora Ministro dell’Ambiente Altero Matteoli aveva stanziato soldi reali.

Non ci va proprio di pensare che l’attuale Sindaco Achille Cennami, sulla pelle dei cittadini di Mondragone, si sia volutamente disinteressato della suddetta vicenda in quanto l’unico obiettivo a cui tiene nell’immediato consistenella realizzazione del progetto di trasformazione del vecchio depuratore in un enorme sito di compostaggio, direttamente sulla nostra spiaggia, utilizzabile anche per ottenere biogas per la produzione di energia elettrica e frubile non soltanto dalla Città di Mondragone, così come dettagliatamente presentato in Regione Campania per un importo superiore a 14 milioni di euro.

E, per di più, non ci va affatto dicredere che chi ci governa a livello regionale sia stato a questo scellerato gioco, tutto a discapito della Comunità mondragonese”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico