Italia

Veltroni: “Via Bassolino e rimpasto di giunta comunale entro Natale”

 Una riunione per decidere del futuro politico della Campania, è questo quanto deciso dal segretario del Pd Walter Veltroni.

Sono stati convocati a Roma per il prossimo 9 dicembre sia il sindaco di Napoli Rosa Russo Iervolino che il governatore della Campania Antonio Bassolino. Sembra che il leader del Pd sia intenzionato a chiedere le dimissioni di Bassolino in cambio di una candidatura alle prossime elezioni europee e alla Iervolino un rimpasto della giunta comunale, il tutto entro il prossimo Natale.

Veltroni è preoccupato che possa scoppiare un vero e proprio “caso Campania” con la nuova indagine legata agli appalti concessi da Palazzo San Giacomo e gli appuntamenti elettorali in vista che porterebbe a una perdita di credibilità per il suo partito. Preoccupazione che sarebbe aumentata dopo un colloquio con Luigi Nicolais, numero uno del Pd provinciale di Napoli e acerrimo nemico di Bassolino, che avrebbe dichiarato: “Io sono pronto a dimettermi perché non si può più andare avanti così e io non posso più coprire quello”.

D’accordo sulle dimissioni di Bassolino anche il leader dell’Idv Antonio Di Pietro che ha affermato: “Ci sono alcuni casi gravi che impongono delle decisioni politiche che prescindono dalle risultanze giudiziarie: la più eclatante è la questione campana per la quale da due anni chiediamo le dimissioni del governatore Bassolino. Bassolino deve dimettersi perché c’è una sua responsabilità politica che deve avere delle conseguenze politiche altrimenti – conclude – in Campania si ha l’impressione che nulla cambi e che tutto può funzionare come prima”.

Il sindaco Iervolino, invece, smentisce la voci e rispondendo ai giornalisti ha dichiarato: “Non ho avuto nessuna chiamata da parte di Veltroni e quindi sono stata io a chiamarlo. Stava in volo ma volevo dirgli: “Caro segretario, ho bisogno di sapere che intenzioni e che progetti hai per Napoli. Vorrei anche capire di che cosa ci si accusa. Se ci sono reati, si va fuori, ma il sindaco ha le mani pulite e le spalle fortissime. Se ci sono reati che riguardano qualcuno lo dicano perché lo allontaniamo. Se però ci sonoproblemi politici – conclude – dicanoquali sono e quali alternative hanno perché il Vinavil a Rosetta non si addice”.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico