Italia

Veltroni-D’Alema: intesa contro gli “attacchi strumentali”

Walter Veltroni e Massimo D’Alema ROMA. “Mai negata l’esistenza di una questione morale nella politica italiana”. In una nota congiunta i due “separati in casa” Walter Veltroni e Massimo D’Alema sembrano aver raggiunto un’intesa, prima ieri sulla “questione morale”, oggi nello smentire un titolo di apertura del Corriere: “La questione morale non c’è”.

“Quel titolo – si legge nella nota del Pd – è fuorviante e non corrisponde assolutamente al pensiero di Walter Veltroni e Massimo D’Alema espresso ieri nel comunicato congiunto. La questione morale, infatti, esiste e riguarda l’intero sistema politico, soprattutto la destra che non ha titoli per sollevare polveroni in questo senso. Essa deve essere affrontata con rigore e severità da ciascuno. Il Pd, con le sue migliaia di amministratori onesti, intende affrontare con forza la sfida dell’innovazione dei programmi, della politica, delle classi dirigenti”.

Intanto, dopo la riunione sulla collocazione europea del partito, Veltroni ha riunito a Roma il coordinamento per affrontare e risolvere, con i vari segretari locali di Napoli e di Firenze, i due casi locali finiti al centro della questione morale. Per la Campania partecipano alla riunione il segretario regionale Tino Iannuzzi e quello provinciale Luigi Nicolais; per Firenze ci sono Andrea Manciulli, il segretario cittadino Giacomo Billi, e quello metropolitano Andrea Barducci. “Sono agguerrito come al solito” spiega Nicolais, convinto della necessità di un rilancio della giunta di Rosa Russo Iervolino e sostenitore di un rimpasto.Complicata anche la situazione a Firenze dopo la sospensione delle primarie tra i quattro candidati democratici.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico