Italia

Incidente Civitavecchia, indagato per omicidio colposo il guidatore

 CIVITAVECCHIA. Nuovi sviluppi nell’inchiesta sulla morte dei quattro giovani morti a Civitavecchia dopo un volo di oltre 20 metri.

Da quanto si è appreso, il guidatore, il 19enne Juri Capparella, l’unico sopravvissuto, a seguito degli esami al narcotest è risultato positivo alla cocaina e all’ecstasy. Chiarita quindi la dinamica dell’incidente, visto che sull’asfalto non ci sono segni di frenata e la velocità dell’auto, essendo un’utilitaria, non poteva essere elevatissima. Juri Capparella, ricoverato da ieri nell’ospedale San Filippo Neri di Roma, è ancora in coma farmacologico ed è stato iscritto nel registro degli indagati per il reato di omicidio colposo per la morte di Mercuri, di 16 anni e suo cugino Indro Mercuri, della stessa età, Giovanni Siena di 21 e Giancarlo Cocciolone, 20 anni. In giornata il sostituto procuratore Margherita Pinto, titolare dell’inchiesta a Civitavecchia, effettuerà un nuovo sopralluogo sulla bretella ed in via delle Vigne Nuove, la strada sottostante il cavalcavia, dove la Micra è finita dopo un volo di una decina di metri. Sempre in giornata dovrebbe essere effettuata l’autopsia per cercare tracce di droga anche per loro.

You must be logged in to post a comment Login

I più letti

Condividi con un amico